Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Magazine news

Versione stampabileVersione stampabile

Cronaca

Scambia la fotocamera per un'arma e spara al reporter

Di Giulio Mandara

Protagonista un poliziotto presso un posto di blocco nell'Ohio; il fotografo freelance (foto), molto noto e apprezzato nella sua zona, è ricoverato in ospedale. Tanta solidarietà sui social per lui

“ARMA FOTOGRAFICA” - Sarà capitato più o meno a tutti i fotoamatori, almeno una volta, di leggere la definizione, o meglio lo slogan, “arma fotografica” in qualche recensione o titolo su qualche fotocamera particolarmente “aggressiva” (appunto) per quanto riguarda le prestazioni (a suo tempo l'abbiamo fatto anche noi).

TRAGICO EQUIVOCO - Il discorso però cambia se capita quello che è capitato negli USA, dove le armi, quelle vere, sono piuttosto diffuse, e comunque anche chi è autorizzato a portarle per mestiere, come le forze dell'ordine, le usa con una frequenza notevole, che spesso fa cronaca nera.
In questo caso infatti, un poliziotto ha preso l'attrezzatura di un fotoreporter proprio per un'arma, arma da fuoco vera e propria, e gli ha sparato, per giunta, a quanto pare, senza preavviso.

AL POSTO DI BLOCCO - La vicenda è riportata sinteticamente da un giornale locale dello Stato dell'Ohio, il New Carlisle News, per il quale lavora il fotografo freelance coinvolto nel tragico episodio, Si chiama Andy Grimm ed è coosciuto e apprezzato nella zona e apprezzato anche sui social, che si sono riempiti di messaggi di solidarietà per lui, e lunedì sera era uscito dal suo ufficio verso le 22 per fotografare le strade con l'illuminazione notturna.
C'era nei pressi un posto di blocco, naturalmente non per lui, sulla Main Street, vicino a un ristorante (lo Studebaker's Restaurant, per chi lo dovesse conoscere), e Andy aveva deciso di fotografarlo con fotocamera e treppiede. Attrezzatura necessaria a quell'ora, ma anche vistosa, che forse ha spaventato il poliziotto al posto di blocco, di nome Jake Shaw.


Un posto di blocco dela Polizia negli USA

 

IN OSPEDALE - Il fotoreporter è stato portato in ospedale, il Miami Valley Hospital, per l'intervento chirurgico, che richiederà un ricovero. È stato comunque lui stesso a dare la propria versione dell'accaduto, compreso il fatto che il poliziotto gli avrebbe sparato senza preavviso.
Naturalmente la polizia indaga sull'accaduto, e al momento in cui scriviamo si attendono aggiornamenti.

UN EPISODIO TRA TANTI - Non è il primo caso, ma speriamo sia l'ultimo, in cui un fotoreporter che fa il proprio lavoro rischai grosso. Però un conto sono i fronti di guerra, altro una serata in città dove si rischia la vita per un tragico equivoco. Altre volte, i fotografi sono malmenati o arrestati per impedire loro di effettuare certe riprese. E spesso ci vanno di mezzo proprio le forze dell'ordine, soprattutto, come abbiamo visto, in USA, ma anche in Gran Bretagna.

 

Fonte: New Carlisle News

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

meglio lo scatto singolo che

meglio lo scatto singolo che a raffica...

Ritratto di scaraluca
di scaraluca

Iscritto dal 08 marzo 2013

Tanto ne basta uno...

Tanto ne basta uno...

Ritratto di Giulio Mandara
di Giulio Mandara

Iscritto dal 01 febbraio 2010

Magazine

MAGAZINE

Neomodern photographic salon
Neomodern, dalla foto con lo...
L'idea, recentemente realizzata, è di un ex...
Leggi tutto »
Panasonic Leica DG Elmarit 200 mm f72.8 Power O.I.S.
Leica 200 mm f/2.8, l'...
Così Panasonic presenta la nuova ottica...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Ultimi giorni

ULTIMI GIORNI per spedirmi le foto selezionate per il
Leggi tutto»

Caricare foto dal cell su Fotozona

Riporto una parte di post del nostro Mauro T. che
Leggi tutto»

INCONTRO FOTOZONIANI

Ci siamo quasi, sembra quasi impossibile che dopo
Leggi tutto»

Ciao a tutti!

Buongiorno a tutti! Sono Flavio, appassionato di
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Fuoco d'artificio - Foto di Andrea Spera
Tecnica Fotografare i fuochi d'artificio
Consigli tecnici e pratici per uno dei generi pi
Leggi tutto »
foto: © Alessandro Landozzi
Teoria L'anima non ha bisogno di nitidezza
Quando fotografia, pittura e cinema presero strade
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Roma, 2000. © Ferdinando Scianna/Magnum Photos/Contrasto
19/11/2017 Animali e umani in parole e immagini
A Bookcity Ferdinando Scianna e Franco Marcoaldi
Leggi tutto »
© Paula Bronstein, The Silent Victims Of A Forgotten War
dal 07/12/2017 al 07/01/2018 Il World Press Photo al Forte di Bard
Suggestiva location nel mese che include le vacanze di
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

Clicky