Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Magazine news

Versione stampabileVersione stampabile

PTP

Il Picture Transfer Protocol delle fotocamere nel mrino degli hacker

Di Giulio Mandara

Check Point Reaserch ha verificato come anche una fotocamera popolare come la Canon 80D possa essere attacata sia dal collegamento USB sia via WiFi. Canon ha già fornito le patch, ma rimangono alcune precauzioni utili per tutti

UN RISCATTO PER RIAVERE LE FOTO - Le fotocamere digitali, tutte o quasi, usano il Picture Transfer Protocol per trasferire i file al computer, via cavo USB o WiFi. Check Point Research ha verificato che questo protocollo è vulnerabile agli attacchi degli hacker, che possono installare un ransomware, un tipo dimalware che blocca una o più funzionalità (in questo caso l’accesso alle foto, su PC o su fotocamera), e per sbloccarla viene richiesto un riscatto (Ransom).

IL TEST SULLA CANON 80D - Per verificare la vulerabilità del PTP - che è un protoccllo non autenticato e supporta moltissimi comandi complessi, Check Point Resarch l’ha testata su una Canon Eos 80D: una fotocamera nota e diffusa del principale produttore, per dare maggiore peso probante al test e coinvolgere potenzialmente il maggior numero di utilizzatori. Come dire: se ci sono problemi su una reflex Canon, figuriamoci gli altri.


il test dl Check Point Reserach su una Eos 80D, con l'avviso che la macchina è stata infettata dal ransomware

 

CANON HA RIMEDIATO - Putroppo la vulnerabilità del protocollo PTP della Canon 80D è stata confermata dalla stessa Canon, che ha collaborato con CPR per riolverle e ha già rilasciato una patch allo scopo. Check Point Research si è avvalsa anche della collaborazione di Magic Lantern, community che mette a disposizione software open source per le fotocamere Canon, permettendo di intervenire sulle loro funzionalità.

IL TEST DI CPR - Per chi volesse addenstrarsi nel test dal punto di vista tecnico, trova tutto qui. La conclusione è che il ransomware sfrutta il punto di accesso della fotocamera connessa al PC via WiFi, oppure accede al PC cui è connesa via USB, e usa le stesse funzioni crittografiche dell’aggiornamento firmware, e richiama le stesse funzioni di criptazione. Quindi il malware viene installato attraverso l’aggiornamento firmware.

ALCUNI ACCORGIMENTI - Per rimediare, se avete proprio la Canon 80D inserite la patch fornita dalla stessa Canon; in ogni caso il consiglio è di avere il firmware sempre aggiornato, come ricorda Zeus News, che ben sintetizza la vicenda. E poi non usare una rete WiFi pubblica, ma la funzione Access Point della fotocamera, quindi facendo fare alla macchina stessa funzione di punto di accesso WiFi. E poi, mantenere il WiFi disabilitato quando non necessario. Infine, aggiungiamo, forse la soluzione migliore è dotarsi di un lettore di schede di memoria: molti laptop hanno già lo slot SD, che è largamente lo standrd più usato.

 

Fonte: Check Point Research

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Magazine

MAGAZINE

CyberLink PhotoDirector 11
PhotoDirector 11, la sfida di...
Nuova versione del software di editing foto, che fa...
Leggi tutto »
Phase One XT Camera System
Phase One XT Camera System,...
Un nuovo corpo leggero e compatto collega i dorsi...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Il Maestro

Maestro è il termine comunemente usato su FZ per
Leggi tutto»

Caricamenti

Buongiorbo. Perdonate il fuori tema. Non riesco a
Leggi tutto»

Fotografia o ritocco?

Secondo voi, dove finisce la fotografia quando si fa
Leggi tutto»

Dubbi o conferme?

Ciao a tutti, é un po' di tempo che non scrivo qualche
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Luna George Meliés
Fotoritocco La luna nel pozzo
Concludiamo il discorso sul color grading passando per
Leggi tutto »
dare carattere a una foto (foto di Max Ferrero)
Fotoritocco Dare carattere a una foto
Come lavorare con i Livelli di Photoshop per
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Elliott Erwitt,Parigi, Francia, 1989 © Elliott Erwitt
dal 16/10/2019 al 15/03/2020 La famiglia raccontata da Elliott Erwitt
Al Mudec di Milano 60 scatti del fotografo americano
Leggi tutto »
Mostra "Sguardi" Contrasto Galleria
dal 18/09/2019 al 23/12/2019 A Milano trenta grandi ritratti
Contrasto Galleria ospita “Sguardi (dinamiche
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

n/d