Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Magazine news

Versione stampabileVersione stampabile

Una pianta che si fa un selfie

Di Giulio Mandara

Una felce che si fotografa da sola, ossia con una fotocamra alimentata dalla crescita stessa della pianta: è un esperimento in corso in uno zoo di Londra che apre interessanti prospettive al monitoraggio ambientale

IL SELFIE DELLA FELCE - Una felce che si fa un selfie, un autoritratto. Sembra una barzelletta, una fantasia o fantascienza, invece è qualcosa che sta già avvenendo in uno zoo di Londra, quello della Zoological Society of London (ZSL). Si tratta di un esperimento che ha per obiettivo di posizionare nel giardino, e successivametne nella foresta, delle trappole fotografiche e dei sensori per monitorare la crescita delle piante, alimentati dalle piante stesse. Quindi senza bisogno né di ricariche, come per le batterie tradizionali, né della luce solare (che nel bosco spesso non arriva), come per le celle fotovoltaiche o i pannelli solari, appunto.

 

ENERGIA DALLE PIANTE  - L’esperimento degli scienziati dello ZSL London Zoo consiste nell’impiego di celle microbiche a combustibile che sfruttano per alimentarsi la biomassa prodotta dalle piante stesse. Questa nutre i batteri presenti nel suolo, e questo processo produce anche energia, sufficiente per alimentare circuiti a basso voltaggio, compresi quelli sufficienti ad alimentare piccole fotocamere, sensori e sistemi di sorveglianza. Per di più le piante sono autonome anche nel muoversi per cercare di catturare il massimo della luce solare necessaria alla loro sopravvivenza. Quindi l’energia prodotta dalle piante è praticametne indefinita.

SENSORI A BASSA ENERGIA - Gli strumenti di rilevazione a bassa energia utilizzati nell’esperimento dello ZSL London Zoo sfruttano una tecnologiadi Xnor, azienda amiericana che si occupa di intelligenza artificiale. Il sistema funziona 24 ore su 24 e richiede pochissima energia, come appunto quella prodotta dal ciclo naturale di crescita delle piante. La selce soprannomiata Pete ora riprende fotografie al ritmo di una ogni 20 secondi.

CICLO VIRTUOSO - Sviluppando queste tecnologie, nella speranza degli scienziati inglesi, sarà possibile usare le piante per monitorare le piante, la loro crescita e la loro condizione, rilevando dati come temperatura e umidità, anche in luoghi inospitali o difficilmente accessibili. E quindi migliorare il quadro d’insieme sulla conservazione dell’ambiente, e i pericoli che lo minacciano, come quelli legati ai cambiamenti climatici.

 

Fonte: ZSL London Zoo

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Magazine

MAGAZINE

Logo Olympus
Olympus rimane nel mercato...
Smentiti, anche se in modo sfumato, i rumors che...
Leggi tutto »
Tokina ATX-i 100 mm f/2.8 Macro 1:1
Tokina ATX-i 100 mm f/2.8...
Secondo della gamma ATX-i, propone un meccanismo che...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

molto, MOLTO importante

Andate a leggere l'editoriale!! http://www.
Leggi tutto»

Caricamento foto

Ciao a tutti, non riesco a caricare le foto perch
Leggi tutto»

Il Maestro

Maestro è il termine comunemente usato su FZ per
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

foto di Max Ferrero
Reportage Secondo emendamento
Con un reportage “di coppia” facciamo il
Leggi tutto »
Luna George Meliés
Fotoritocco La luna nel pozzo
Concludiamo il discorso sul color grading passando per
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

André Kertész, Fondazione Carisbo - Casa Saraceni, American Viscose
dal 24/10/2019 al 24/11/2019 La tecnosfera in dieci mostre
“Tecnosfera” è il nome dato da un
Leggi tutto »
Filippo Borghi, Karma Blu, Festival Siena Awards 2019
dal 26/10/2019 al 01/12/2019 A Siena storie fotografiche da tutto il mondo
Il Festival Siena Awards, alla 5° edizione,
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

n/d