Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Magazine news

Versione stampabileVersione stampabile

Google Guetzli

Guetzli, il nuovo Jpeg di Google pesa il 35% in meno

Di Giulio Mandara

Naturalmente “senza perdita di qualità” o quasi, il nuovo algoritmo di compressione Jpeg renderebbe più veloci i browser e più libere le memorie digitali. Compatibilità garantita, ma il processo è più lento

CERCASI JPEG LEGGERO - Periodicamente si riapre la caccia a formati immagine più efficienti, nel senso di conciliare qualità e peso del file, per rendere più veloce la navigazione sul web e per occupare meno spazio nelle memorie, su supporti locali o remoti (cioè in cloud). Ricordiamo per esempio il JpegMini.

GOOGLE GUETZLI - Google, che è centrata quasi tutta sui servizi web, è molto interessata soprattutto al primo aspetto: ha già realizzato il formtato WebP, e ora ha sviluppato un algoritmo opensource chiamato Guetzli (che corrisponde all'inglese Cookie nella Svizzera tedesca); un  algoritmo di codifica dei file Jpeg in grado creare file che pesano il 35% in meno di quelli oggi in uso senza problemi di compatibilità con browser, applicazioni e il formato Jpeg attuale (LibJpeg), e naturalmente senza perdita di qualità, o con una riduzione minima.

COME FUNZIONA - Google spiega infatti – cerchiamo di semplificare molto - che l'algoritmo del Jpeg Guetzli interviene sulla quantizzazione, uno dei tre elementi che intervengono nella compressione Jpeg, e proprio quello per il quale la riduzione del peso del file si ottiene sacrificando la qualità di visione dell'immagine. Il nuovo algoritmo permette di perdere molto meno in qualità immagine e al tempo stesso ridurre il peso del file usando un proprio modello di costruzione dell'immagine che è più approfondito e dettagliato di quello del formato LibJpeg, oggi più usato. “As a result”, il file è più leggero e - come si vede negli esempi qui sotto e di seguito - ha anche meno artefatti (in quanto conserva un maggiore quantità di informazioni).


Un cavo della rete telefonica contro il cielo a 16x16 picel: a sinistra il file non compresso, al centro la compressione LibJpeg, a destra la compressionne Guetzli, che presenta meno artefatti

 

PIACE PIÙ DEL JPEG ATTUALE - Alcuni test fatti da Google su immagini compresse con l'algoritmo Guetzli e con comuni immagini Jpeg (a parità di dimensione del file) dimostrerebbero che le persone che le hanno valutate hanno sempre preferito le prime, anche quando i file Jpeg originali erano delle stesse dimensioni o anche leggermente più grandi. L'unico inconveniente, almeno per ora, è che la compressione Guetzli richiede molto più tempo rispetto alla compressione Jpeg.


Zoom sull'occhio di un gatto, immagine a 20x24 pixel: a sinistra non compressa, al centro compressione LibJpeg, a destra compressione Guetzli  

 

UNO STIMOLO ALLA RICERCA - La diffusione del formato Guetzli – conclude Google (e noi aggiungiamo: il suo perfezionamento) - potrebbero ridurre i costi di connessione e i tempi di caricamento delle immagini, e stimolare ulteriormente la ricerca sulla compressione di immagini e video. Per questo però occorre che grafici e webmaster inizino a conoscerlo e a usarlo.

 

Fonte: Google Open Source Blog

Termini correlati all'articolo:
Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Magazine

MAGAZINE

Leica CL
Leica CL, mirrorless tra...
Design, e non solo, “nella tradizione di Oskar...
Leggi tutto »
"Pausa", foto 1, di Riva, Gianuzzi, Marino, 1° premio Fuori Fuoco Moak 2017,
Fuori Fuoco Moak, i vincitori...
Annunciati e premiati i tre progetti vincitori, mini...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Ultimi giorni

ULTIMI GIORNI per spedirmi le foto selezionate per il
Leggi tutto»

Caricare foto dal cell su Fotozona

Riporto una parte di post del nostro Mauro T. che
Leggi tutto»

INCONTRO FOTOZONIANI

Ci siamo quasi, sembra quasi impossibile che dopo
Leggi tutto»

Ciao a tutti!

Buongiorno a tutti! Sono Flavio, appassionato di
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Fuoco d'artificio - Foto di Andrea Spera
Tecnica Fotografare i fuochi d'artificio
Consigli tecnici e pratici per uno dei generi pi
Leggi tutto »
foto: © Alessandro Landozzi
Teoria L'anima non ha bisogno di nitidezza
Quando fotografia, pittura e cinema presero strade
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Giorgio Majno, Faggio contorto, trittico
dal 25/11/2017 al 14/01/2018 Tra la Patagonia e gli alberi secolari
Due mostre al Museo del Paesaggio di Verbania
Leggi tutto »
© Stefano Guindani_EY YOU!, 3
dal 23/11/2017 al 06/01/2018 Ey You!, i bambini di Haiti nelle foto di Stefano Guindani
Nuovo progetto fotografico per raccontare la vita dei
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

Clicky