Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Magazine approfondimento

Versione stampabileVersione stampabile

Come scoprire i difetti di un obiettivo usato

Di Giulio Mandara

Acquistare obiettivi usati è un'ottima opportunità per farsi un corredo di tutto rispetto, per risultati decisamente superiori alle ottiche offerte in kit con le reflex amatoriali, senza dover spendere cifre troppo alte. Ma ci possono essere problemi più o meno gravi dovuti all'usura, o al cattivo uso, non subito evidenti. Ecco quali sono e come scoprirli

I VANTAGGI DELL'USATO - Le reflex più economiche hanno ormai prezzi accessibili alla grande maggioranza dei fotoamatori, e una risoluzione più che abbondante per riprese e stampe in grande formato. Ma per foto di qualità non bastano i megapixel: ci vogliono lenti adatte a sfruttare tutta la potenza del sensore. Normalmente gli obiettivi in kit (il classico 18-55 mm 3.5-5.6) stufano presto gli appassionati alla ricerca di maggiore nitidezza e velocità, di sperimentare con lo sfocato o semplicemente di completare il corredo con focali più estreme.
 


Il Nikkor 17-55 F2.8 è un'ottica eccezionale, che può trasformare qualsiasi Nikon DX in uno strumento professionale.
Se acquistato usato il suo prezzo proibitivo (oltre 1600 euro) diventa decisamente più accessibile.

Gli obiettivi di qualità professionale, con diaframma ad apertura costante, tropicalizzati o comunque con lenti di qualità superiore, possono fare la differenza, ma da nuovi costano troppo. L'usato in questi casi è un'ottima soluzione per sperimentare cose nuove senza spendere una fortuna. E qui le scelte sono due: o si acquista l'usato in negozio, e si hanno maggiori garanzie sulla qualità dell'obiettivo ma si risparmia di meno, o si cerca l'affare tra privati.

NON BASTA UNO SGUARDO - Soprattutto in questo secondo caso si possono fare alcune rapide verifiche per scoprire quanto e come un obiettivo è stato usato. Un obiettivo può essere semplicemente consumato dall'uso, oppure essere stato “trattato male”, aver preso colpi, stressato troppo. Di conseguenza, ci sono alcuni difetti fisici, non subito evidenti, ma che possono influire, e non poco, sulla qualità d'immagine. Eccone alcuni.


Uno sguardo allo stato dell'innesto rivela il grado di usura,
macchie all'interno della lente posteriore possono essere causate da funghi o umidità

OCCHIO ALLA BAIONETTA - Prima di tutto, l'innesto non dev'essere deteriorato in nessun modo, senza danni e non consumato, soprattutto nei contatti, per assicurare un attacco stabile sul corpo macchina, il funzionamento corretto degli automatismi e limitare l'ingresso di polvere nella cavità del sensore.

LENTI PERFETTE -  A parte i graffi più grandi sulla lente frontale, ce ne possono essere di più piccoli dovuti a una pulizia non ben fatta, o non usando i prodotti giusti: basta controllare l'obiettivo facendo riflettere la luce sulla superficie, a diverse angolazioni, per scoprirli. Il rivestimento antiriflesso può essersi rovinato o parzialmente rimosso se l'obiettivo ha preso degli urti, se ha difetti di fabbricazione o se ci è caduta sopra una quantità eccessiva di solvente. Piccole particelle di polvere dentro l'obiettivo sono invece normali e non dovrebbero costituire un grosso problema: la polvere blocca una minima parte della luce che attraversa l'obiettivo, e non dovrebbe influenzarne le prestazioni.

CACCIA AI FUNGHI - Più serie le conseguenze dei “funghi” dovuti all'umidità che si formano negli obiettivi se sono stati conservati in ambienti umidi, o se sono stati riposti bagnati. I funghi possono rovinare in modo irreparabile il rivestimento antiriflesso. Per scoprirli bisogna guardare bene nell'obiettivo dalla parte dell'innesto, alla massima apertura, su una superficie chiara: non si devono vedere opacità.

SPORCO SUL DIAFRAMMA - Il diaframma dell'obiettivo si chiude istantaneamente al momento dello scatto, al punto richiesto dall'impostazione per la ripresa. Il movimento di chiusura del diaframma può essere rallentato, se non completamente impedito, dalla presenza del cosiddetto “olio”. In questo caso, la chiusura del diaframma ritarda rispetto allo scatto, e le foto risultano sovraesposte. Il problema dell'unto sul diaframma può verificarsi quando la ghiera della messa a fuoco comincia a liquefarsi per eccessivo calore.


Diaframma macchiato d'olio indica eccessiva esposizione al calore

MOVIMENTO LENTO - I movimenti delle ghiere di messa a fuoco e zoom devono essere fluidi, senza contraccolpi o cigolii. Dev'esserci un minimo di resistenza, altrimenti c'è il rischio che si muova impercettibilmente da solo con i movimenti della macchina, senza nemmeno toccarlo.

Per quanto riguarda lo zoom, è normale una minima perdita di resistenza della ghiera nei modelli molto usati. I più vecchi e pesanti possono avere anche un po' di “deriva” ovvero scivolare in fuori o in dentro quando sono puntati rispettivamente in basso o in alto, ma il fenomeno non dev'essere troppo marcato.

CALIBRAZIONE DELL'AF - Un altro problema tipico di obiettivi che hanno subito urti, specie sulla lente frontale, è l'autofocus impreciso, ovvero affetto da fenomeni di frontfocus o backfocus. Spesso il difetto si manifesta solo a diaframmi molto aperti, scattando con una ridotta profondità di campo. Nel migliore dei casi si risolve con un semplice passaggio in assistenza, o con una correzione attraverso il software della macchina, se avete una reflex capace di questo genere di regolazioni, riservate generalmente ai modelli più professionali. L'errata calibrazione può essere però il sintomo di un problema più grave al motore di messa a fuoco, che nessuna regolazione potrà risolvere.

 

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

Utile. sono un assertore

Utile. sono un assertore convinto dell'usato. Bisogna però distinguere sulla deriva: alcune ottiche hanno una notevole deriva anche perfettamente nuove, sopratutto i teleobiettivi più pesanti ne sono quasi sempre affetti.

Andrea

Ritratto di guarise
di guarise

Iscritto dal 08 febbraio 2010

Deriva e usato

Hai ragione Andrea, succede anche con alcune ottiche tuttofare con un elemento frontale pesante, come il Nikkor 18-200. L'importante è che il fenomeno non sia dovuto all'usura. La mia esperienza di negozi che vendono l'usato è che talvolta si spaccia per pari-al-nuovo un obiettivo con decine di migliaia di scatti, ben pulito e con i gommini sostituiti.
Teoricamente con le ottiche con Cpu questo numero è verificabile, ma non senza portarlo in assistenza. L'ideale sarebbe toccare con mano l'oggetto nuovo e poi confrontarne i movimenti con quello in vendita.
Il problema sono le vendite via ebay, basate solo su qualche foto. E quando si tratta di pesanti pezzi di vetro anche le spedizioni sono momenti a rischio.
Del resto le ottiche serie e senza problemi sono veri affari se comprate usate.

Ritratto di aascenti
di aascenti [maestro]

Iscritto dal 12 novembre 2009

Magazine

MAGAZINE

Fujifilm X-A7
Fujifilm X-A7, semplice ma...
La sfida per una mirrorless entry level è...
Leggi tutto »
iPhone 11
iPhone 11, arriva anche la...
La novità dell’ultima versione di iPhone...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Il Maestro

Maestro è il termine comunemente usato su FZ per
Leggi tutto»

Caricamenti

Buongiorbo. Perdonate il fuori tema. Non riesco a
Leggi tutto»

Fotografia o ritocco?

Secondo voi, dove finisce la fotografia quando si fa
Leggi tutto»

Dubbi o conferme?

Ciao a tutti, é un po' di tempo che non scrivo qualche
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Luna George Meliés
Fotoritocco La luna nel pozzo
Concludiamo il discorso sul color grading passando per
Leggi tutto »
dare carattere a una foto (foto di Max Ferrero)
Fotoritocco Dare carattere a una foto
Come lavorare con i Livelli di Photoshop per
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Manuel Cicchetti, Albero Vaia
dal 05/10/2019 al 03/11/2019 Vaia e le Dolomiti in bianco e nero
In mostra a Belluno per il Festival “Oltre le
Leggi tutto »
Isabella Sommati, Alveare, da Fotoconfronti 2018
dal 28/08/2019 al 04/09/2019 Fotoconfronti OFF, contest a tema libero last minute
Pochi giorni per partecipare al bando e cercare uno
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

n/d