Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Lezioni di fotografia

Versione stampabileVersione stampabile

Teoria La parola al servizio dell'immagine

Di Max Ferrero, foto e versi di Marta Marinone

“Un'immagine vale più di mille parole”, un mito (fotografico) da sfatare. Le parole possono arricchire e dare potenza alle immagini. Vediamone un esempio che è anche una storia vera

MITI DA SFATARE - C'è una leggenda che gira da sempre sulla fotografia e dice: un'immagine non ha bisogno di parole. Come ogni regola, come ogni dogma, ha solo bisogno d'essere infranto; non ci sono precetti invalicabili all'interno di un'espressione comunicativa o artistica, solo la sensibilità del creatore può avere la giusta ispirazione; e come le parole possono essere esaltate da una colonna sonora, così anche un racconto visivo può essere espresso in una forma ibrida di scritto e immagine.

 

“VIAGGIO INTORNO A CASA” - L'esame che propongo ai miei studenti dell'Accademia di Belle Arti di Novara ha un unico tema, facile da svolgere sul lato pratico ma complesso sul versante creativo. Gli allievi devono creare una storia con almeno cinque immagini in successione e la devono realizzare entro un chilometro da casa. Per quale motivo un chilometro? Perché intorno a noi abbiamo un universo che riteniamo scontato e non siamo più in grado di vedere. Siamo accecati dalla quotidianità, pensiamo che la fotografia debba sempre documentare la felicità e soddisfare il desiderio di ricordo, cosa che non necessariamente troviamo nei dintorni della nostra abitazione. La restrizione del campo d'azione, come un po' tutte le limitazioni fisiche, è una liberazione per il pensiero. Una volta entrati nella modalità mentale corretta, ecco che le idee volano, trovano riscontro nelle piccole cose quotidiane oppure nelle storie che non vorremmo ricordare, quelle tristi che, purtroppo, riempiono costantemente le nostre vite.

 

UN ESAME DA “LODE” - Marta Marinone si è presentata davanti a me con il lavoro che v'introduco, le sue parole sono state: "È la storia di una mia amica che è malata ai polmoni e le hanno diagnosticato due anni di vita al massimo", poi ha disposto le foto, una dopo l'altra, scure, sempre più scure, poche luci, molte ombre. Alcune viscerali, altre disperate terminando con una foto che non lasciava alcuno spazio all'illusione. Non c'erano commenti da sostenere, il messaggio era diretto, duro e violento. La mancanza di pulizia delle immagini introduce un senso di smarrimento per chi vive questa storia e le sue parole sono un'aggiunta al senso incompleto delle fotografie. Le ho dato 30 e lode e quest'articolo è il diritto alla pubblicazione di una storia che passa dal cuore e non dalla tecnica spesso fredda e fine a se stessa. È un esempio di come una rappresentazione possa arrivare a un messaggio finale attraverso oggetti di per sé senza collegamento logico, una vicenda raccontata con modalità non lineare che si esprime per sillogismi concettuali.

 

TRE LETTURE SUCCESSIVE - Osservate le foto lentamente pensando al commento scritto in grassetto qui sopra, poi, solo alla seconda visione, leggete anche la filastrocca a commento delle foto e alla fine, ma solo alla fine, scegliete quale conclusione vorreste vedere alla fine della storia. Spesso i finali che desideriamo sono molto diversi da quelli che la realtà ci propone.

 

Luna

Notti d'estate: caldo e zanzare.
Alzi lo sguardo al cielo per osservare,
come la luna piena
anche noi abbiamo un lato che non mettiamo mai in scena,
non deve essere per forza cattivo o spietato
ma, magari, semplicemente distrutto o malandato.

 

Cartello
Il tempo per tutti vola via
ognuno cerca la propria retta via,
la vita è imprevedibile e non sempre tutta rosa e fiori
specialmente quando sbagli strada e non vedi più a colori,
solo di bianco e nero si caratterizzano le tue giornate
e, di colpo, non sono più come sono sempre state.

 

Semaforo
Giri senza meta, in preda a dubbi e riflessioni
cercando una soluzione alle tue preoccupazioni,
vedi il semaforo, luce fluorescente che nella notte risplende
come nella mia testa le idee tremende.

 

Radici dell'albero sotto l'asfalto
Solitudine, problemi e ansia ti vengono a trovare anche mentre dormi
risvegliano, dalle profondità, tanti mostri enormi,
e nella tua mente sottosopra una domanda si manifesta:
come credi di poter fuggire da ciò che è dentro la tua testa?
Non esiste soluzione e neppure una magia
quando l'angoscia di prende, ti tiene compagnia.

 

Ombre
Paure che hai dentro
ricordi e emozioni nel cuore concentro,
paure che hai fuori
rabbia nascosta agli occhi degli spettatori,
brutta bestia che non ti abbandona
come l'ombra di una persona.

 

Sentiero
Senti dei passi dietro di te
respiri nell'ombra che non provengono da alcunché,
pensieri e paure affollano la tua mente
al punto da non riuscire più a capire niente.

 

Tre luci
Ti senti imprigionato senza via di fuga
sensazione che ti prende alla gola e ti prosciuga,
ma, all'improvviso, un'occasione nel buio ti si presenta
una luce che non sai bene cosa rappresenta,
rimani nel caos o rischi e segui il bagliore?
Stai attenta che il tempo ti conta le ore.

 

Stop (1° fine della storia)

Devi fare una scelta
muoviti, su, falla alla svelta,
non hai tempo di pensare
solo finirla qui o trovare la forza di ricominciare,
con la famiglia e gli amici ripartire di punto in bianco
perché, nonostante tutto, chi ti ama rimane sempre al tuo fianco.

 

2° finale della storia

 

 

Adesso che tutti avete osservato e letto, potreste obiettare che le parole a volte sono di troppo rispetto alle fotografie. Io aggiungo che il 30 e lode l'ho dato all'idea e alle foto, non alla poesia che non è un campo specifico in cui riesco a eccellere. Le parole importanti sono il commento iniziale, quello detto e scritto prima di tutte le nostre osservazioni. Sono la chiave di lettura per comprendere le foto assegnando un significato che diventa assolutamente riservato per ognuno di noi. "Le parole sono importanti" diceva Nanni Moretti nel suo film "Palombella Rossa", se messe al posto giusto all'interno di una storia per immagini diventeranno ancora più potenti. Se saranno poche e concise, saranno ancora più taglienti.

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

Lo sostengo da sempre che la

Lo sostengo da sempre che la frase "se devi spiegare una foto significa che non è una buona foto" é di una banalità fuori dal comune. Lascio perdere chi l'ha detta ma quelli che la usano per sentito dire mi infastidiscono perché si fermano alla superficie e non entrano nella foto per 1 motivo: non sono interessati in quanto privi di animo critico e culturale.
Le fotografie di puro reportage si "leggono da sole" e un commento dell'autore può essere semplicemente una spirgazione a corredo..una foto di altro genere la apprezzo se corredata da alcune considerazioni dell'autore che possono essere in grado di farmi capire la volontà dello stesso nel momento in cui ha "visto" quel particolare scatto

Ritratto di scaraluca
di scaraluca

Iscritto dal 08 marzo 2013

Sono d'accordo, tanto nessuno

Sono d'accordo, tanto nessuno è obbligato a leggere la didscalia. Viceversa, sfido chiunque a leggere una spiegazione che non c'è

Ritratto di Giulio Mandara
di Giulio Mandara

Iscritto dal 01 febbraio 2010

Sono pienamente d'accordo. La

Sono pienamente d'accordo.
La fotografia spesso "richiede" la parola.
Perché magari nasce essa stessa da una "parola".
Direi che parola e immagine si completano a vicenda.
Poi, ci sono casi specifici e tipologie in cui non é così. Dove le parole possono rovinare un'immagine o essere inutili.
Bellissimo articolo.

Ritratto di ANGEL.ABBOTT008
di ANGEL.ABBOTT008

Iscritto dal 28 dicembre 2010

Magazine

MAGAZINE

CyberLink PhotoDirector 10
PhotoDirector 10, il foto...
Tethering, livelli, stili pittorici, prove di stampa:...
Leggi tutto »
TinyMOS NANO1
TinyMOS NANO1, la mirrorless...
Secondo modello di TinyMOS riduce a un terzo le...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Aiuto!!!

Ho cambiato PC ed ora non riesco più a caricare le
Leggi tutto»

Scusateeee

Scusatemi se sono un po' assente ma in questo
Leggi tutto»

Come si fa a cambiare indirizzo e-mail?

Come si fa a cambiare indirizzo e-mail nella propria
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Teoria Quando un'unica foto non è abbastanza
Il ruolo della fotgrafia rispetto ad altre arti nell
Leggi tutto »
Foto di Luca Scaramuzza
Tecnica fotografica Il passato e il nostro futuro
Alcuni esercizi per allenarsi a stimolare le diverse
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

foto di Alexander Rodchenko
dal 26/10/2018 al 20/01/2019 La rivoluzione di Rodchenko
“Revolution in Photography” racconta il
Leggi tutto »
France, Provence, 1955, © Elliott Erwitt/ Magnum Photos
dal 13/10/2018 al 27/01/2019 Le icone di Elliott Erwitt
In occasione dei novant’anni del fotografo dell
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

Clicky