Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Lezioni di fotografia

Versione stampabileVersione stampabile

Esperienze fotografiche Supereroi normali

Di Renata Busettini

Le immagini delle Paralimpiadi di Rio e qualche spunto di riflessione sulla vita e i suoi obiettivi

FELICE DI VIVERE - “La vita è una figata! “.  A dirlo è stata Beatrice “Bebe” Vio, una diciottenne senza braccia e gambe da quando ne aveva 12, nel momento in cui ha realizzato di aver vinto la sua prima medaglia d’oro alle Paralimpiadi. Che effetto avrà fatto sentire queste parole a tutte quelle persone che incontrandola per strada di Mogliano Veneto qualche anno fa, avranno pensato: “poverina”.
Bebe, non si è mai considerata una “poverina”.  A 12 anni ha iniziato la sua seconda vita. Lei, con la sua forza e le persone che le stanno intorno, con la loro intelligenza hanno capito sin dall’inizio che non è da tutti poter vivere una seconda vita.  E così il passo da “povera ragazza sfortunata” a “ragazza dalle meraviglie” è stato veramente breve.

 

EROI? NO, NORMALI - Questa è la cosa che colpisce di più e che dovrebbe far pensare.  Bebe è solo una dei tanti atleti che non si sono arresi ad un destino che l’avrebbe voluta vedere sopravvivere e non vivere. Giada, Martina, Alex, Assunta, Marco, Monica sono solo alcuni nomi ed ognuno di loro sta vivendo a pieno la sua seconda vita.  Si è sentito parlare di “Superhumans”, di eroi.  Io non credo che lo siano.  Loro dovrebbero essere la normalità.  Sono uomini e donne che si allenano e lavorano sodo per riuscire ad arrivare dove sono arrivati, come tutti gli atleti.  E’ questa l’aria che si respira durante le Paralimpiadi. L’ho scritto anche 4 anni fa, andando in giro per i vari impianti sportivi, nessuno vede e parla di handicap. 

 

NON SPEGNERE LE LUCI - Purtroppo poche persone hanno la fortuna di poter respirare questa atmosfera. Ora che il sipario si è chiuso, solo gli addetti ai lavori e gli appassionati continueranno a seguire gli sport paralimpici ma la massa, per i prossimi quattro anni continuerà, incontrandola per strada, a pensare che una bella ragazza con gli occhi azzurri su una carrozzina è solo una povera sfortunata. Le sorriderà anche se non la conosce perché fa bene a sé stessi e fa sentire più buoni.

 

CAMBIARE MENTALITÀ - Mantenere i riflettori accesi aiuterebbe tante persone, genitori o figli a capire che “sopravvivere” non è “vivere”. La scienza e la tecnologia possono essere di grande aiuto. Ma cambiare il nostro modo di pensare e di vedere ci farebbe fare il grande salto. E allora trasformiamo le nostre case e le nostre città in siti paralimpici senza barriere strutturali e mentali.

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

BRAVA RENATA! Condivido

BRAVA RENATA! Condivido totalmente, sono personoe normali come tutti noi, con particolari talenti non solo nel campo del loro sport, è inutile mitizzarle o usare troppa retorica, sarebbe come compatirle, e il compatimento per me è solo una forma di arroganza di chi si crede superiore. Naturalmente fantastiche anche le foto!

Ritratto di trigomiro
di trigomiro

Iscritto dal 07 febbraio 2010

Belle immagini e bel

Belle immagini e bel racconto.

Questi atleti sono tutti vincitori,sono infatti riusciti a superare la paura data dalle proprie menomazioni, la paura di sentirsi ed essere considerati inferiori. In confronto a Usain Bolt io posso considerarmi un disabile, in confroto a mia madre "94 anni" un superdotato, è tutta questione di punti di vista , non è questo "involucro"che determina la nostra grandezza, ci differenziamo da : piante,pechi,rettili,batteri, mammiferi... solo per un cervello pensante piu evoluto. E' solo quello che ci da la possibilità di amare, godere per le piccole soddisfazioni,che ci fa sentire vivi anche nelle difficoltà.

Ritratto di Mauro T.
di Mauro T.

Iscritto dal 25 aprile 2011

Molto bello il racconto per

Molto bello il racconto per immagini e le parole che le accompagnano. Molto belle ed efficaci le fotografie.
Sposo in pieno le tue osservazioni. Molto spesso é una questione di visione culturale e di esseri pensanti e non pensanti, di stereotipi e sistemi sociali, di visione della vita e di modi di vivere, superficialità e non conoscenza...é più facile pensare e agire come fanno le moltitudini, che comunque, ad onor del vero, a volte c'azzeccano, a volte. Bisognerebbe cambiare molte cose. Ci vuole tempo e azione...

Ritratto di ANGEL.ABBOTT008
di ANGEL.ABBOTT008

Iscritto dal 27 dicembre 2010

Leggo solo oggi il tuo

Leggo solo oggi il tuo articolo..
Parole e immagini fanno pensare parecchio.. tutti noi dovremmo aiutare a far VIVERE e non "sopravvivere" queste donne e questi uomini.

Ritratto di SimoneNoX
di SimoneNoX

Iscritto dal 05 settembre 2010

Magazine

MAGAZINE

Fujifilm GFX 50S
GFX 50S, debutta la...
Anticipata a Photokina 2016, la nuova top di gamma...
Leggi tutto »
Udee Backpack
Udee, lo zaino fotografico...
Sono due delle particolarità di questo zaino da...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Icone foto scattate in raf

Buongiorno, avrei bisogno di un aiuto. Sul nuovo pc
Leggi tutto»

Forza Aury

Sul nostro sito si è iscritto con il nome Aury
Leggi tutto»

super tele nikon o sigma

vorrei comprare un supertele zoom, o il Sigma 150/
Leggi tutto»

Clint Eastwood in confronto è....

Ciao Amici di FZ, innanzitutto vi trovo appesantiti
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Foto © Angelo Abate
Tecnica Latitudine di posa ed esposizioni complesse
Impariamo a gestire un parametro importante della
Leggi tutto »
L'esposizione - foto di Lodovico Ludoni
Teoria L'esposizione: seconda parte
Cos'è e come si misura: vantaggi e
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Andrea Roversi, dauðalogn, finalista SlideLuck Napoli 2016
dal 30/11/2016 al 30/01/2017 SlideLuck Napoli 2017, raccontare la società liquida con la fotografia
Seconda edizione del concorso promosso da SlideLuck,
Leggi tutto »
Foto di Bernd Jansen © Bernd Jansen, by SIAE 2016 crediti fotografici: Stefan Ob
dal 20/12/2016 al 29/01/2017 Oltre un secolo di grandi ritratti
“Look at me” è la prima mostra solo
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

Clicky