Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Lezioni di fotografia

Versione stampabileVersione stampabile

Fotoritocco Dare carattere a una foto

Di Max Ferrero

Come lavorare con i Livelli di Photoshop per migliorare gli effetti di contrasto e mcirocontrasto

DAI COLORI ALLE LUCI - Da svariati articoli stiamo affrontando alcune delle tecniche per l’elaborazione del colore che hanno il preciso scopo di assegnare più temperamento a uno scatto. Con questo nuovo capitolo arriveremo alla medesima tesi partendo da un presupposto diverso, che non si basa sulla cromaticità di uno scatto bensì sul suo contrasto.

 

CONTRASTO E MICROCONTRASTO - Il contrasto è, banalmente, la differenza di luminosità che intercorre tra la parte più chiara di una foto e la sua controparte scura. Più ci sono neri profondi in presenza di bianchi abbaglianti, maggiore sarà la presenza di risalto luminoso. Ma il contrasto, e non potrò essere esaustivo su tutto l’argomento, cambia a seconda del suo Delta, cioè della rapidità con cui si passa dai toni bassi a quelli alti, sacrificando la transizione dei mezzitoni, e dipende molto anche dal Microcontrasto, cioè dalla differenza di luminosità percepita nei toni intermedi tutti così simili e indistinguibili. Lavorando proprio su questi parametri complementari, è possibile trasformare una foto interessante in un operato dal forte impatto, capace di catturare l’attenzione e di conferire un energico messaggio visivo.

DIVERSI METODI - I metodi per cambiare i valori luminosi (leggi Contrasto) sono molteplici: livelli tonali, curve o anche il vecchio comando luminosità/contrasto. Essi garantiscono risultati veloci, ma altalenanti e, a volte, superficiali. Pur rimanendo in un ambito di facile applicazione, preferisco fare gli esempi di caratterizzazione delle immagini attraverso l’uso dei livelli di fusione di Photoshop.

LIVELLI DI FUSIONE - Il programma della softwarehouse Adobe consente la scelta di ben 27 tipologie di fusione diverse (un livello di fusione applica dei calcoli matematici sul livello superiore per fondersi con quello inferiore ottenendo particolari risultati, a volte spettacolari). Bisogna creare un nuovo livello con la medesima foto (si può utilizzare il controllo da tastiera ctrl+J) e in seguito cambiare il suo livello di fusione con uno di quelli dedicati al contrasto: sovrapponi; luce soffusa; luce intensa; luce vivida; luce lineare; luce puntiforme; sovrapponi colori. Gli esempi riportati qui useranno sempre Luce Soffusa, perché tra tutti i suoi simili è quello più equilibrato nell’aumentare il contrasto senza stravolgere l’impianto visivo originale.

 

IL PROCEDIMENTO - La prima foto che utilizzerò è uno scatto realizzato in studio che sfrutta una luce “Rembrandt” cioè che proviene da tergo rispetto al soggetto, con una parziale schiarita tramite pannello bianco.
L’immagine si presenta già con un contrasto deciso e dei toni pericolosamente posti ai limiti estremi degli istogrammi. In effetti pare strano applicare un effetto di riduzione dei toni intermedi proprio su di una foto che, apparentemente, di toni medi ne aveva già pochi, eppure dimosttrerò visivamente che il motivo sussisteva.

 

Dopo aver duplicato e applicato alle due immagini il livello di fusione Luce Soffusa, possiamo notare come l’effetto di aumento di contrasto abbia compromesso le zone in ombra del ritratto.
Con la semplice fusione delle due immagini identiche, l’effetto finale è una compressione esagerata dei toni. A questo risultato parziale bisogna assegnare due livelli di regolazione (livelli in grado di applicare correzioni visive ai livelli sottostanti) per recuperare ciò che l’effetto base ha esagerato o rovinato.

 

DUE LIVELLI DI REGOLAZIONE - Sul livello di sfondo si applicano due livelli di regolazione: uno di Curve per schiarire l’immagine alla base della colonna (la fusione di due scatti porta quasi sempre a una sensazione di sottoesposizione da correggere) e uno Tonalità/saturazione per attenuare l’eccessiva saturazione conferita dalla fusione di due immagini uguali (sempre a causa della fusione di due scatti il croma di un livello si aggiunge a quello dell’altro esaltandosi eccessivamente).
Esclusivamente una comparazione ravvicinata può descrivere il miglioramento ottenuto da questo procedimento solo apparentemente difficile o inutile.

 

 

ALTRI ESEMPI - Con analoga metodologia, ecco alcuni altri esempi di come sia possibile migliorare tutte le foto applicando un po’ di contrasto controllato e misurato attraverso un minimo d’impegno.

 

 

 

UNA DEDICA SPECIALE - Le donne che hanno posato per questo servizio sono di origine Congolese, Marocchina, Ghanese e Camerunense; in comune, oltre alle luci e all’elaborazione, hanno la cittadinanza italiana. Che le loro mani siano un esempio a tutti noi di forte diniego a ogni razzismo.
Dedico l’articolo, le foto e ogni mio pensiero a tutti quei migranti che oggi e in futuro saranno bloccati da insulse paure altrui, sopra navi della salvezza a pochi metri dalla salvezza.

Vota questo articolo:
0
Il tuo voto: Nessuno

Commenti

Articolo forse ancor più

Articolo forse ancor più interessante dei precedenti e ogni volta mi viene da pensare: quando mai finirà la fase di ricerca? È giusto continuare a cercare di avvicinarsi alla perfezione? Quanto alla fine rimarrebbe di personale se tutti cercassero la perfezione? Non diventeremmo forse dei cloni in grado di replicare immagini trite e ritrite? Forse no perché è spesso tutto molto soggettivo e legato ad esperienze personali ma la "Gioconda" è davvero così vicina alla perfezione oppure potrebbe essere migliorata? Articoli che aprono al pensiero interiore o forse sto esagerando Max?

Ritratto di scaraluca
di scaraluca

Iscritto dal 08 marzo 2013

"Articoli che aprono al

"Articoli che aprono al pensiero interiore", mi sa di sì... stai esagerando, però io ne sono onorato che un articolo scritto in mezza giornata possa dare tali frutti. Quello che ho spiegato negli ultimi articoli è solo una ricerca a una maggiore personalizzazione senza stravolgere il succo della foto, semplicemente usando gli strumenti a nostra disposizione. Poi ognuno sceglie il suo e dopo aver compreso il meccanismo diventa interessante e divertente inventarsene di personali. Photoshop lo permette.

Ritratto di ironwas
di ironwas [maestro]

Iscritto dal 17 novembre 2009

La mia domanda è: questa

La mia domanda è:
questa procedura è da effettuare sullo scatto originale o su un file già trattato con Lightroom?
Io di base ormai uso solo più Lightroom e passo su Photoshop ben poche foto, più che altro per sperimentare (non lo so usare benissimo).

Molto bella la tua dedica finale..

Ritratto di SimoneNoX
di SimoneNoX

Iscritto dal 05 settembre 2010

Questa procedura è da

Questa procedura è da applicare alla foto che consideri già a posto, quindi dopo lightroom. Ottima domanda la tua, la dedica a queste persone è dovuta.

Ritratto di ironwas
di ironwas [maestro]

Iscritto dal 17 novembre 2009

Magazine

MAGAZINE

CyberLink PhotoDirector 11
PhotoDirector 11, la sfida di...
Nuova versione del software di editing foto, che fa...
Leggi tutto »
Phase One XT Camera System
Phase One XT Camera System,...
Un nuovo corpo leggero e compatto collega i dorsi...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Il Maestro

Maestro è il termine comunemente usato su FZ per
Leggi tutto»

Caricamenti

Buongiorbo. Perdonate il fuori tema. Non riesco a
Leggi tutto»

Fotografia o ritocco?

Secondo voi, dove finisce la fotografia quando si fa
Leggi tutto»

Dubbi o conferme?

Ciao a tutti, é un po' di tempo che non scrivo qualche
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

Luna George Meliés
Fotoritocco La luna nel pozzo
Concludiamo il discorso sul color grading passando per
Leggi tutto »
Foto di Max Ferrero
Tecnica Il reportage e la storia per immagini
La valutazione di quattro maestri sul lavoro di alcuni
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Elliott Erwitt,Parigi, Francia, 1989 © Elliott Erwitt
dal 16/10/2019 al 15/03/2020 La famiglia raccontata da Elliott Erwitt
Al Mudec di Milano 60 scatti del fotografo americano
Leggi tutto »
Mostra "Sguardi" Contrasto Galleria
dal 18/09/2019 al 23/12/2019 A Milano trenta grandi ritratti
Contrasto Galleria ospita “Sguardi (dinamiche
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

n/d