Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Lezioni di fotografia

Versione stampabileVersione stampabile

Fai da te Come costruirsi un tavolo da still life

Di Andrea Spera

Andrea Spera, Aesse su Fotozona, ci spiega passo-passo come realizzare un tavolo da still life artigianale, che da chiuso ingombra poco e recuperando quel che abbiamo in casa per risparmiare

UN TAVOLO DA STILL LIFE FATTO IN PROPRIO - Come richiesto da Max Ferrero (Ironwas), sono qui ad elencarvi le fasi per costruirsi da soli un tavolo da still life in casa, domestico (nel senso di richiudibile e che ingombri il meno possibile) e con materiali di recupero. In commercio se ne trovano di tutti i tipi e di tutti i prezzi e, volendo, anche se lo si costruisce da soli si potrebbero usare componenti più “tecnologici” e magari più costosi…ma il bello di queste cose è anche, secondo me, proprio questo: fatta salva la funzionalità, cercare di comprare il meno possibile ed ingegnarsi, invece, a recuperare cose che si hanno già in casa!

1) IL PIANO - Procuratevi un piano in laminato o un tavolo vecchio da sacrificare (come ho fatto io con la mia vecchia penisola della cucina), della misura di 120x60 cm, segatelo ed unite le due metà tramite due cerniere… tipo un libro…

Già che ci siete, se volete utilizzare questo piano pieghevole sopra un tavolo esistente, per evitare che lo stesso si strisci, aggiungete quattro bei piedini di gomma. (i buchi che si vedono sotto al piano sono fori che testimoniano la precedente vita del piano in questione…).

2) I TUBI - Procuratevi del tubo per asta appendiabiti, sezione 15x30 mm.

(Va bene con questa sezione perché dovrete bucarlo… ed è più semplice bucare sul piatto!) …con le misure del mio tavolo, ho preso un tubo da 2 m ed uno da 1 e li ho segati, in modo da avere un pezzo trasversale da 110 cm e 2 pezzi verticali da 60cm… (dovrete comporre una specie di “H”). Se riuscite, procuratevi pure dei tappini per chiudere le estremità.

3) LE FORATURE -  Prendete qualche misura e fate dei fori in modo da poterli sovrapporre e serrare il tutto con delle viti/bulloni passanti… meglio se con una manopolina, così potete svitare/avvitare agevolmente quando smontate/montate il “castello”

(dopo aver fatto i fori con la punta del giusto diametro, togliete le bavette che si saranno generate con una punta dal diametro leggermente maggiore… basta giusto una passatina per creare un “invito” al foro…).

4) Conviene che sui montanti laterali facciate più di un buco, sia per rendere il tubo trasversale ad altezza variabile e, quindi, per poter utilizzare fogli/teli anche di dimensioni diverse, sia per aggiungere un secondo montante trasversale  se volete dare più rigidità strutturale al castello di tubi. 

5) COME AVVITARE - Prendete qualche altra misura (non forate troppo vicino al bordo) e bucate il tavolo nei due angoli destro e sinistro (non preoccupatevi se il laminato si rovinerà un po’)...

...poi coprirete il tutto con una bella rondella… fateci passare un bel bullone/rondelle/dado. Anche qui, se potete, meglio usare dei “galletti” (bulloni con le alette) in modo che non servano chiavi per montare/smontare il tutto.  

In figura ci sono sia il dado sia il galletto, ma ne basta uno dei due). Volendo, invece del bullone, potreste usare una barra filettata un po’ più lunga: la lunghezza garantisce un minimo di stabilità in più, ma anche più strada da far fare al galletto ogni volta che lo metterete e toglierete.  Vedete voi: infondo, una volta montato il castello e serrate le manopoline, vedrete che non si muoverà più di tanto.

6) I MONTANTI - Una volta composto il castello, non dovrete far altro che inserire i due montanti laterali sui bulloni che fuoriescono dal piano;

non serrate il tutto, dato che poi dovrete smontarlo di nuovo da una parte per inserire gli anelli reggi-telo /fondale. Tenete presente che il castello è appoggiato sul piano e sostenuto solo dai bulloni… si muoverà un po’ (niente di drammatico…) ma se volete che il tutto sia bello fisso, potreste far saldare una barra dentro ai due tubi verticali in modo da “rimpicciolire” il foro.

7) A questo punto procuratevi delle mollette, dei moschettoni e degli anelli (io ho usato degli anelli da tenda, dei mini moschettoni portachiavi e delle mollette, cui ho forato una parte, ricavate sacrificando un paio di attaccapanni). 

8) Componete il tutto ed inseritelo nella barra trasversale. 

 

9) IL CAVALLETTO - Il più è fatto! Se avete un tavolo su cui appoggiare ciò che avete appena costruito, siete a posto; se invece volete una cosa che sia indipendente, dovrete procurarvi delle gambe. Io ho usato uno stand musicale, pieghevole e ad altezza variabile che uso normalmente per rialzare il mio amplificatore quando suono.

In mancanza, potete ripiegare su delle economicissime gambe a cavalletto, in legno (occhio al verso in cui le mettete! il piano-libro, a seconda del tipo di cerniere che avete utilizzato, potrebbe fagocitarvi!)

10) Dovreste ottenere una cosa simile a ciò che ho ottenuto io… mettete il fondale e divertitevi! …o lavorate! …o divertitevi lavorando!

11) IL FONDALE - Il fondale nero che vedete è un pezzo di plastica, tipo plexiglass, ma fino fino… si trovano in posti tipo Leroy-Merlin, Brico, Castorama… e costano 2-3 euro al foglio… a seconda delle dimensioni e dello spessore. Ma è possibile usare un banale lenzuolo, o un telo: fate un po’ di prove e poi regolatevi di conseguenza.

12) IL TAVOLO CHIUSO - Quando avete finito la sessione fotografica, si richiude il tutto in pochissimo spazio, un quadrato di 60x60 cm… un tubo (con due tubi attaccati, ma snodati) ripiegabile lungo 110 cm ed un cavalletto compattato. 

13) IL PRIMO SCATTO - Risultato finale della prima cosa che mi è capitata in mano nel mio ufficio: una chitarra/accendino! 

Buon divertimento e... non fatevi male! 

Vota questo articolo:
5
Il tuo voto: Nessuno Voto medio: 5 (2 voti)

Commenti

Il vero ARTATTACK della

Il vero ARTATTACK della fotografia!!

Ritratto di ironwas
di ironwas [maestro]

Iscritto dal 17 novembre 2009

Ahah ahah! :-) ...però io

Ahah ahah! :-) ...però io sono più bello di Giovanni Muciaccia! Ahah ahah! :-)

Ritratto di aesse
di aesse

Iscritto dal 18 novembre 2010

...inutile dire che non l'ho

...inutile dire che non l'ho letto tutto...tanto dubito che mai mi potrò cimentare in suddetta costruzione...ahahahaha

per i coraggiosi...fatemi sapere se siete riusciti a costruirlo :-)

aesse..... tu sei mc gyver!!!

Ritratto di Anna87
di Anna87

Iscritto dal 25 ottobre 2010

Ahah ahah! Tanto tu, se ti

Ahah ahah! Tanto tu, se ti serve, usi il mio, no? ...poi vedremo il prezzo del noleggio! Ahaha ahah :-)

Mac Gyver era uno dei miei idoli! Penso di non averne persa una puntata! ...ultimamente, invece, causa annina, frequento molto di più Muciaccia e la sua colla vinilica! Ahaha ahaha! :-)

Ritratto di aesse
di aesse

Iscritto dal 18 novembre 2010

Sono un sostenitore accanito

Sono un sostenitore accanito del fai-da-te, con un po'di pazienza e una guida dettagliata si possono creare delle cose migliori e più economiche di quelle che troviamo già fatte on-line o nei negozi di fotografia!

Articolo utilissimo, ti ringrazio in anticipo se un domani avessi bisogno di costruirmi un tavolo così!

(N.B. non sarebbe male dedicare una sezione al fai-da-te, magari anche qualcun altro girando in rete ha visto o realizzato cose simili...)

Ritratto di alerossiseb
di alerossiseb

Iscritto dal 01 maggio 2011

grandeeeee, altro che Mac

grandeeeee, altro che Mac Gyver.... ti rifaccio i complimenti ma conoscendomi dubito riuscirò mai a far robe simili, la manualità non è il mio forte ;-)))))))))))))))))))))

Ritratto di ND'76
di ND'76

Iscritto dal 26 agosto 2010

Bell articolo Mac Aesse,

Bell articolo Mac Aesse, molto interessante e pieno di iventiva :DDDDD
A quando l'invenzione di una reflex digitale fai da te???? ;))))

Ritratto di athos2075
di athos2075

Iscritto dal 23 agosto 2011

Grande Aesse .....articolo

Grande Aesse .....articolo dettagliato e corredato da belle foto...a dimostrazione che quando uno vuole puó ottenere ottimi risultati....ancora complimenti;))

Ritratto di lucio
di lucio

Iscritto dal 06 maggio 2012

Dovrei provare...alla Mastro

Dovrei provare...alla Mastro Geppetto! Complimenti Andrea!!!

Ritratto di ANGEL.ABBOTT008
di ANGEL.ABBOTT008

Iscritto dal 27 dicembre 2010

mac-ringraziamenti a tutti!

mac-ringraziamenti a tutti! ;-)

Ritratto di aesse
di aesse

Iscritto dal 18 novembre 2010

Magazine

MAGAZINE

Kipon Elegant lenses
Kipon Elegant, le prime...
Il produttore di obiettivi e adattatori fotografici...
Leggi tutto »
Metz Mecablitz M360
Metz Mecablitz M360, flash...
Piccolo ma completo e facile da usare, Mecablitz M360...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

ULTIME DEL FORUM

Aiuto!!!

Ho cambiato PC ed ora non riesco più a caricare le
Leggi tutto»

Scusateeee

Scusatemi se sono un po' assente ma in questo
Leggi tutto»

Come si fa a cambiare indirizzo e-mail?

Come si fa a cambiare indirizzo e-mail nella propria
Leggi tutto»

Altre dal forum

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

foto di  Marco Mascia/ Fotozona
Teoria Noi siamo quello che abbiamo raccontato
L’esperienza condiziona il nostro modo di
Leggi tutto »
Pensieri,foto © Mauro Trolli/Fotozona
Teoria Lo sviluppo di un'idea
Presentare più immagini statiche insieme per
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

Nick Hannes, da Garden of delight, vincitore Zeiss Photography Award 2018
dal 22/11/2018 al 08/02/2019 Zeiss Photography Award 2019 premia l’originalità
La quarta edizione del contest “fratello”
Leggi tutto »
Virgilio Carnisio, Antica Osteria di Ronchettino. Milano, via dei Missaglia 139
dal 25/11/2018 al 13/01/2019 Dieci anni di foto della vecchia Milano
Le ha scattate tra il 1961 e il 1971 Virigilio
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

Clicky