Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Editoriale

Una quindicina di giorni fa ho partecipato a un seminario di un grande personaggio: Joan Fontcuberta. E' considerato uno dei maestri della manipolazione della fotografia regalando percezioni distorte ma plausibili di possibili realtà. Il suo scopo non è fregare il prossimo ma instillare il dubbio, spingere la gente a documentarsi e a non accettare tutto ciò che viene propinato dai mezzi di comunicazione e dai social. La sua è stata una conferenza fantastica, partendo dagli ultimi lavori su fake dichiarati ha aperto la discussione su cosa significhi "post fotografia".
A questa magnifica conferenza di un fotografo che non si è mai presentato come artista o come fotoreporter mi è venuto in mente di contrapporre la figura di un altro "professionista" che su di un lavoro, dimostratosi in seguito falso e manipolato, ha costruito la sua carriera. Si tratta di Michele Crameri e a questo link potrete trovare un sacco di notizie succose sull'argomento.

Nulla di nuovo, lo so, ma è proprio questa la post fotografia: l'utilizzo del mezzo fotografico per perseguire a tutti i costi l'obiettivo prefissato. Non si vendono più fotografie ai giornali perché non esistono quasi più i giornali? Allora si partecipa ai concorsi e vince chi urla di più, chi ha il sensazionale a portata di mano e il sensazionale lo si costruisce con mazzette e organizzazione certosina. Finché questi trucchi erano sfruttati da moda e fashion tutto normale, quando gli stessi trucchi sono entrati nel geografico e documentazione la cosa avrebbe dovuto destare sospetti feroci; ora (ma è da tanto tempo) anche il puro reportage documentativo vive e sopravvive grazie ai funambolismi degli spacciatori di verità.
Ecco cos'è la postfotografia, emergere in un mare di nulla e farlo a tutti i costi. Viva Fontcuberta che mente per farci pensare.

Commenti

Nell'epoca in cui si dovrebbe

Nell'epoca in cui si dovrebbe essere più aperti mentalmente e accettare le trasformazioni, grazie al progresso della tecnologia e dei mezzi di comunicazione, al contrario, la rigidità del pensiero si sviluppa e si diffonde contribuendo a creare sistemi chiusi, orticelli mentali falsamente rassicuranti, senza orizzonti, visioni miopi.
Allora, ben venga chi rompe e continua a rompere le incrostazioni culturali, chi stupisce frantumando le ottusità, le falsi sicurezze e consuetudini, pur riconoscendo l'importanza della "struttura sociale" in cui ci si muove. Creare sistemi aperti, che sanno respirare e vivere i tempi del momento e adattarsi...non chiusi, destinati a implodere, morire...

Ritratto di ANGEL.ABBOTT008
di ANGEL.ABBOTT008

Iscritto dal 28 dicembre 2010

Avrei voluto esserci anch'io…

Avrei voluto esserci anch'io… (ma non c'è un video?). Il tema è molto interessate, ma bisogna distinguere tra "Truffa" e creatività

Ritratto di AlbertoMare
di AlbertoMare

Iscritto dal 18 febbraio 2018

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

n/d