Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

La Piave esonda (1)
Titolo: La Piave esonda (1)
Fotografo: AlbertoMare
Macchina fotografica: Pentax K-1
Obbiettivo:
Categoria foto: Reportage  
Data di pubblicazione: 01/11/2018
Exif
Modello macchina: 
PENTAX K-1
Apertura Obiettivo: 
f/5
Lunghezza focale: 
15 mm
Velocità iso: 
100 iso
Programma di esposizione: 
Manual
Tempo di esposizione: 
1/50 sec
Compensazione esposizione: 
2 step
Modalità flash: 
Flash did not fire, compulsory flash mode
0
Il tuo voto: Nessuno

Gli appunti del fotografo

30 ottobre 2018 l’acqua ha invaso le golene allargando il letto del fiume dai 100-200 metri a circa un kilometro. Case, capannoni e campi erano sott’acqua. L’argine (rinforzato dopo il disastro del 1966) ha tenuto nonostante che il livello avesse già superato i 9 metri. Molto lentamente la piena si è ridotta perché non c’era più il forte vento e l’alta marea che si opponeva al deflusso alla foce.

I vigili del fuoco, la protezione civile, la polizia e tanti volontari hanno fatto un’ottimo lavoro. Bravi!

Portfolio AlbertoMare

AlbertoMare

AlbertoMare(5) Grazie !
5
Il tuo voto: Nessuno Voto medio: 5 (4 voti)
AlbertoMare(3) Maddalena
5
Il tuo voto: Nessuno Voto medio: 5 (1 voto)
AlbertoMare(3) Un Tamarindo d...
5
Il tuo voto: Nessuno Voto medio: 5 (3 voti)
AlbertoMare(2) Guarda,...
5
Il tuo voto: Nessuno Voto medio: 5 (1 voto)
AlbertoMare(2) Traffico di...
5
Il tuo voto: Nessuno Voto medio: 5 (2 voti)
AlbertoMare(2) Giove chiama...
0
Il tuo voto: Nessuno
Portfolio di AlbertoMare

n/d