Richiedi una nuova password
Informazioni sul profilo utente
Gli spazi sono consentiti; la punteggiatura non è consentita ad eccezione di punti, trattini e underscore.
Un indirizzo e-mail valido. Il sistema invierà tutte le e-mail a questo indirizzo. L'indirizzo e-mail non sarà pubblico e verrà utilizzato soltanto se desideri ricevere una nuova password o se vuoi ricevere notizie e avvisi via e-mail.
Informazioni personali
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Informazioni privacy
Dichiaro di aver letto e di accettare completamente l'informativa sul trattamento dei dati il contratto d'uso del sito (consultabili qui) e di essere maggiorenne.
Autorizzo ESTREMA srl al trattamento dei dati per finalità connesse al servizio offerto da Fotozona.it, per analisi statistiche e sondaggi d'opinione e accetto di ricevere informazioni promozionali via email.
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile e delle norme del d. lsg. 206/2005 ("codice del consumo"), l'Utente dichiara di aver letto attentamente e di approvare tutte le clausule presenti nel Contratto e, in particolare, gli artt. 3 (Contenuti degli utenti); 4 (Rimozione di materiali immessi, trasmessi, comunicati e/o diffusi dall'Utente); 5 (Obblighi e garanzie rese dall'Utente); 6 (Responsabilità dell'Utente); 7 (Responsabilità di ESTREMA s.r.l.); 8 (Modifiche delle Condizioni);

Il pignolo stimolante.

Giovedì 16 dicembre 2010

Vedere l'immagine dal titolo "Esempi".

Non vedo l'ora di scrollarmi di dosso questa brutta nomea di pignolo, per la quale soffro molto (mi chiedo se sopravviverò…).
Dunque, resipiscente, ho deciso di contribuire all'invito volto alla crescita didattica di tutti noi!

Nei siti che seguono (con gli esempi nell'immagine allegata dall'1 al 3) potrete trovare comodissimi tutorial guidati, passo dopo passo - anche per quelli alle prime armi - per trasformare con qualche passaggio in photoshop, tutte le foto dei vostri amici e dei vostri paesaggi in inquietanti incubi. Ce ne sono a decine:

http://psd.tutsplus.com/articles/web/40-spine-chilling-horror-photoshop-...

http://garmahis.com/tutorials/photoshop-halloween-tutorials/

Atmosfere vitree, conturbanti accecamenti, paesaggi straniti, e molto altro ancora. Un vero prêt-à-porter, in comode guide pronte all'uso.
Poche decine di minuti e voilà, il brivido è servito.

I cucinieri patiti hanno inoltre solo l'imbarazzo della scelta.
Andate su google e digitate: "photoshop tutorial horror":
Decine e decine di guide, comode e ragionevolmente rapide.
Quando si dice liberare la fantasia!

Per carità, niente di particolarmente complicato: lo fanno centinaia di migliaia di persone, quindi perché non provarci anche noi tutti insieme? Sono certo che ci riusciremo.

I più bravini, quelli che già hanno dimestichezza, possono tentare di ispirarsi all'esempio 4 (Bill Johnson).

Peccato che la festa di Halloween sia appena passata! Però, se per l'anno prossimo ci applicheremo un pochino (io già mi riprometto di farlo), pensate, faremo contenti fratellini e sorelline che così potranno stupire tutti i loro amichetti!

Prudenza però, calma con i facili entusiasmi… Perché sarà molto difficile che noi si riesca a scattare una foto come la numero 5.

Già... si tratta di una foto Diane Arbus
"Child with Toy Hand Grenade in Central Park", New York City, (1962)

Ahimé, nessun semplice tutorial di photoshop da seguire step by step.
C'è poco da fare. Niente arte digitale. Solo una fotografia per strada.

Però, chissà che, con un pochino di pignoleria (ahi ahi, ci risiamo!) non si riesca a fare dei passettini avanti. Millimetro dopo millimetro, nella direzione giusta.
E ricordatevi che voglio bene a tutti.

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

Risposte

OH OH..NUOVA LINFA VITALE X

OH OH..NUOVA LINFA VITALE X IL DOTT.VITRIOL!!!
IL PROBLEMA E' CHE E' IN INGLESE!!!!
MENO MALE CHE QUALCUNO CI PENSA A ME....BRAVO MIO BEL PIGNOLONE!!!!
COME MAI STA SVOLTA DECISAMENTE HORROR E VITREA????

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Google traduce le pagine web

Google traduce le pagine web in italiano.

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

CERTO....SU GOOGLE TROVI

CERTO....SU GOOGLE TROVI TUTTO..C'E IL TUTORIAL DI PHOTOSHOP DEI PAESAGGI...ED INPOCHI MINUTI UN PAESAGGIO MOZZAFIATO E' SERVITO...SU GOOGLE C'E' ANCHE QUELLO DEI RITRATTI...E TRASFORMO LA MIA COMPAGNA IN ANGELINA JOLIE........QUINDI TUTTI FOTOGRAFI O GRAFICI DELLA MADONNA SE VOGLIAMO.....O TUTTI ARTISTI DIGITALI.SOLO SE VOGLIAMO SEGUIRE I TUTORIAL......
MA VISTO CHE MENTRE MI SPARAVO UN PO DI PARTITE ONLINE..HO AVUTO L'ILLUMINAZIONE..IO TI DICO CHE C'EUN QUALCOSA CHE DISTINGUE LA FOTO..UN QUALCOSA CHE VAAL DI LA DI BUTTARE EFFETTI SU EFFETTI...E SI TRATTA DI SENTIRE LE COSE.. E' COME SE SON LORO A GUIDARTI NON TU.COME SE TI CHIAMANO...IO NON RIUSCIRO MAI A FARE UN PAESAGGIO DI SIMADA..NON LO SENTO..NON LO VEDO...NON RIUSCIRO MAI A FARE UNO DI QUEGLI ALBERI DI ND...NON LI SENTO...O LE MONTAGNE DI BLACK....LE MACRO DI ..LELE MI SEMBRA SI CHIAMI....O IL MARE DI ANDREA.....POSSO LEGGERE TUTTI I TUTORIAL CHE VOGLIO MA NON SARANNO COSI..COME TU STESSO HAI IMITATO SIMADA..BELLO..MA I SUOI ERAN UN ALTRA COSA...LE IMMAGINI CHE HAI POSTATO..SICURAMENTE FATTE MEGLIO DELLE MIE..MA DAVVERO XRO...MA LE MIE SON DIVERSE...NON MIGLIORI..MA DIVERSE ...E SU QUI MI BASTA E AVANZA...XCHE QUANDO LEGGO QUALCHE APPREZZAMENTO.ANCHE SE HO SCOPERTO L ACQUA CALDA IO MI SENTO FELICE..E FELICE DI INVENTARMI QUALCHE STRAMBERIA DA POSTARE XCHE SU QUA MI SENTO DAVVERO SENZA LIMITI.....TRANQUILLI..LE FOTO OSE CHE FACCIO NON LE METTO....X ORA

PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
(PERNACCHIA)

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Ti ho già risposto nei

Ti ho già risposto nei commenti alla foto. E' ovvio che tu sia libero di sentirti come vuoi e credi, o immagini che qualcuno ritenga di doverti dare il permesso?
Sì, è vero, nessuna cosa è identica a un'altra, qualcuna si assomiglia, dunque?
"Sentire le cose"... certo è importante. Anche Hitler, per esempio, sentiva molto sé stesso.
Io invece vivo sempre nel dubbio e per sentire le cose devo sempre porgere l'orecchio. Che fatica. Beato te!

Ah, le pernacchie, come si dice da queste parti, "m'arimbarzano".

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

PERMESSO DI...???? IO PARLO E

PERMESSO DI...????
IO PARLO E SCRIVO COME VOGLIO....RSPETTANDO LE LIBERTA' ALTRUI

NON MI E' PIACIUTO IL RIFERIMENTO AD HITLER....
CERTO.BEATO ME CHE VIVO CONTENTO NELLA MIA NON CULTURA

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

"PERMESSO DI...???? IO PARLO

"PERMESSO DI...????
IO PARLO E SCRIVO COME VOGLIO....RSPETTANDO LE LIBERTA' ALTRUI".

Era esattamente quello che volevo dire: nessuno concede la libertà. Essa ti appartiene senza che tu debba reclamarla e io concederla.

Il riferimento a Hitler era un esempio. Se vuoi paradossale, per dire che se fondiamo noi stessi solo a partire dalla sensazione di essere nella verità, può accadere qualunque cosa.

Nessuno ha una non cultura. Solo culture diverse.

Comunque non voglio polemizzare oltre. Se vuoi, da oggi posso facilmente evitare di commentare le tue foto. Veramente non mi costa nulla. Ma, a proposito di libertà, mi chiedo se potrò esprimere le mie opinioni su un genere di foto, senza per questo essere spernacchiato.

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

FAI QUELLO CHE VUOI NON SONO

FAI QUELLO CHE VUOI NON SONO IO A DIRTI CIO CHE DEVI FARE...IO DI CERTO SE VEDO UNA TUA FOTO LA COMMENTO SENZA PROBLEMI....SI LE TUE OPINIONI LE CONDIVIDO QUANDO NON SCONFINANO IN EGOISMI VIRTUALI INUTILI...E SE IL TUO INTENTO E' DI FARMI PASSARE X LO SCEMO CHE HA BISOGNO DEL CONTENTINO SUI SUOI PASTICCI...TE LA CHIEDO IO UNA COSA...METTI DA PARTE LA TUA CULTURA E USA L INTELLIGENZA..CHE SON COSE DIVERSE..E SULL ESEMPIO DI HITLER NON SAI NEMMENO CON CHI PARLI QUINDI MEGLIO EVITARNE...

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Ma si può sapere che cazzo di

Ma si può sapere che cazzo di serpente vi ha morso stanotte... non ci si può allontanare un attimo...che booom . Comunque.... ringrazio SINCERAMENTE MM per il lavoro che ha fatto... e per la discussione che ne è nata, sono tutte cose che io ho detto e ridetto in vari modi ed in vari interventi su foto e discussioni... TUTTO E' GIA' STATO INVENTATO... BASTA GUARDARSI BENE INTORNO... NESSUN LAVORO è ORIGINALE(NEL VERO SENSO DEL TERMINE), NESSUNO, QUALCUNO HA GIA' FATTO MEGLIO DI NOI... SEMPRE. NON SIAM MICA SCIENZIATI QUI... L’ARTE E’ ARTE SE LA FACCIAMO PERCHE’ CI PIACE FARLA… NON PERCHE’ SPERIAMO CHE PIACCIA PER FORZA A QUALCUN ALTRO. Quindi grazie MM…
Per il resto … il mondo è bello perché è vario… quindi ben vengano idee e punti di vista differenti… il periodo del Fascismo è finito (per fortuna… aggiungo… certo, se oggi è meglio di ieri, non saprei… comunque non c’è più la dittatura….!!!!!!!!????????? Forse.)

Ritratto di ND'76
di ND'76

Iscritto dal 26 agosto 2010

SI...E' PALESE CHE QUA SIAMO

SI...E' PALESE CHE QUA SIAMO TUTTI FOTOAMATORI A PARTE RARI CASI..NON HO MAI PRETESO DI ESSER NULLA.. IO ME LA SON PRESA XCHE HO VISTO UN CERTO MODO DI FARE. CHE NON MI E' MAI PIACIUTO...TUTTO QUELLO CHE SI LEGGE DI STA COSA...E CHE MI HA DATO FASTIDIO X ALCUNI TERMINI USATI..E' CHE IO QUI MI SON SENTITO MOLTO A CASA ED MI SONO ESPOSTO TROPPO...SU ANCHE COSE PRIVATE...MA SON FATTO COSI DI MIO..E' CARATTERE...XCHE E' PIU FACILE PARLARE DA IGNOTI....
CERCHERO' DI ESSERLO ANCH IO..
SI PARLERA' PIU DI FOTOGRAFIA.....E MENO DI AD MINCHIAM....

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

ma va là pirlun... smettila,

ma va là pirlun... smettila, "ad minchiam" sempre...il vecchio saggio ha sempre ragione... Ciò che ha ribadito mm è importante tenerlo sempre a mente... altrimenti rischiamo di elevarci con troppa facilità ad un qualcosa che non siamo, che non esiste, che non ha senso di esistere... la nostra forza è in ciò che siamo, qui, ora … e non in ciò che vorremmo essere, per voler nostro o peggio ancora per voler di altri…
E non prenderla come un fatto personale… io l’ho letta come una regola generale, valida per tutti, me per primo naturalmente…mmmazza che discorsi...che cazzo c'era nel caffè stamattina...booooooooooo

Ritratto di ND'76
di ND'76

Iscritto dal 26 agosto 2010

E INVECE ND IO TI DICO CHE MI

E INVECE ND IO TI DICO CHE MI SON GIRATI I COGLIONI X I MODI CON CUI BISOGNA PREDICARE E FARE I SERMONI...SOPRATTUTTO DA CHI SI NASCONDE...
A ME PIACE SOGNARE..COME QUANDO SUONAVO...
E ANCHE QUI CONTINUO A FARLO A MODO MIO FINCHE NON MI RADIANO...
XCHE IO SON FELICE COSI E NON SONO TUTORIAL DEL CAZZO A FARMI SMETTERE DI FARLO O A FARMI TORNARE SULLA TERRA...QUANDO MI STUFERO' MI INVENTERO' MAGARI PITTORE...E ME NE SBATTO DI TUTTO...
IO SOGNO
IO CREO E IO VADO A LETTO FELICE DI SENTIRMI ARTISTA
PUNTO

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

e fai bene... lo facciamo

e fai bene... lo facciamo tutti ogni giorno, anche io vado a letto felice, anche se poi magari non riesco a dormire...ma questa è un'altra storia... Certo andrò a letto più felice quando sarò più realizzato, intendo quando avrò (spero) una casa per i fatti miei, un futuro più o meno stabile che mi consenta di sopravvivere con più tranquillità... Per il resto, sermoni o non sermoni, ognuno dice la sua a suo modo, il succo di ciò che intendevo dire io era che siam tutti artisti se creiamo qualcosa e ci divertiamo a farlo, per noi stessi. Il fatto poi che piaccia o meno agli altri è solo un qualcosa in più. Altrimenti, domani spunta fuori qualcuno più bravo di noi, e di colpo smettiamo di esistere... come conseguenza del fatto che smetteremo di esistere per coloro che prima ci idolatravano. Questo vale, come puoi ben capire per qualsiasi forma di arte, musica, fotografia e non solo.

Ritratto di ND'76
di ND'76

Iscritto dal 26 agosto 2010

ND..IO LA MIA ARTE LA DIFENDO

ND..IO LA MIA ARTE LA DIFENDO CON I DENTI FINO A CHE NON MI SOTTERRANO..IL MONDO E' PIENO DI PIU BRAVI E MENO BRAVI...E NON LO SCOPRO A 33 ANNI E QUANDO SPENGO IL PC HO LA MIA REALTA..MA QUANDO SONO QUA' FACCIAMO GLI INTELLIGENTI E IMPARIAMO QUALCOSA..SENZA ANDARE SEMPRE A SMINURIRE GLI ALTRI..
IO NON CAMPO DI FOTO NEMMENO TU... E XCHE NON CE LA CONCEDIAMO UNA VACANZA VIRTUALE????
MA FANCULO........

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

ED IN ULTIMO DICO CHE ORA E'

ED IN ULTIMO DICO CHE ORA E' FACILE E COMODO FAMI PASSARE X QUELLO CATTIVO CHE SI INCAZZA X NULLA

NO E' DIVERSO VITRIOL NON STA ZITTO...NON LE MANDA DIRE E DICE QUELLO CHE PENSA..QUI COME NELLA VITA..
MA QUESTO NON VI RIGUARDA...COME LA MIA IGNORANZA E COME IL MIO FURGONE DEL CAZZO...

NON DEVO CONCILIARMI CON NESSUNO
HO SOLO DETTO CIO CHE PENSO...
E QUESTO LO FARO FINCHE HO UNA LINGUA X FARLO

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

hola doctor... ben tornato...

hola doctor... ben tornato... agguerrito più che mai... fai benissimo a sfogarti, tenersi dentro le cose non giova sicuramente a nessuno... magari però faresti bene anche a ricominciare a sfogarti con i tuoi lavori... vedo che non posti da un paio di giorni... altrimenti qui cominciano a preoccuparsi... dall'idea che mi son fatto dei vostri bei caratterini la bagarre verbale qui rischia di protrarsi all'infinito... quindi... LA PAROLA ALLE FOTO, ALLA PASSIONE PER CUI QUI CI TROVIAMO A DISCUTERE...
ah... con la scusa ti ricordo che oltre al filone ad minchiam ora c'è anche quello festivo/natalizio... abbiamo quasi tutti provveduto... aspettiamo il tuo...

Ritratto di ND'76
di ND'76

Iscritto dal 26 agosto 2010

CIAO ND PAROLE INTELLIGENTI E

CIAO ND
PAROLE INTELLIGENTI E MAI FUORI LUOGO

COME SEMPRE SU QUI DA TE

ORA E' BUIO X ME....

A PRESTO

VITRIOL13

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

qualsiasi cosa tu abbia,

qualsiasi cosa tu abbia, spero passi presto...
...ah dimenticavo, passa dalla clinica quando puoi, troverai nel tuo studio il cestino natalizio aziendale... naturalmente al posto dello spumante ti ho fatto mettere una scorta di ceres, visto che ti piace tanto...ah ah...
...bè i migliori auguri di buone e "serene" feste a te e consorte....
a presto
Daniele (ND'76)

Ritratto di ND'76
di ND'76

Iscritto dal 26 agosto 2010

Ciao Vitriol, ben

Ciao Vitriol, ben tornato...
Ho seguito la discussione senza intervenire perchè la situazione era un po' troppo spinosa. Appoggio le parole di ND "LA PAROLA ALLE FOTO, ALLA PASSIONE PER CUI QUI CI TROVIAMO A DISCUTERE...".
Le tue foto mancano da troppo al photoshow.
Non posto molte foto perchè i miei cuccioli non mi lasciano molto tempo, ma le foto tue, di ND, di emmemme e di tutti gli altri ed i commenti cerco di guardarli almno un paio di volte al giorno, e perdere anche solo uno di quelli più attivi e stimolanti come siete voi sarebbe abbastanza triste.
Fate i buoni, è Natale! AUGURI A TUTTI!...

Ritratto di giby_01
di giby_01

Iscritto dal 28 ottobre 2010

leggo solo adesso questa

leggo solo adesso questa discussione e essndo passati alcuni giorni spero che si siano tranquillizzati gli animi.
Tanto per sdrammatizzare e per ironizzare un poco (spero che nessuno si offenda, altrimenti si meriterebbe una bella pernacchia ;D) mi sembra di aver assistito ad una commedia dell'arte con i seguenti protagonisti: emmemme (il provocatore), vitriol (l'impulsivo), nd (il pacificatore) e vidis (la saggia). Spero che gli interessati leggendo queste righe si facciano una bella risata (o almeno un piccolo sorriso).
Divento leggermente più serio (senza esagerare, in fondo stiamo parlando di facezie): l'intento provocatorio di mm era chiaro, lui stesso lo ha confermato, non vedo però una sua intenzione di essere offensivo e denigratorio verso vitriol. Anche il paragone (sicuramente infelice) con Hitler non era riferito certo al modo di essere o di comportarsi, ma semplicemente al "tono" delle affermazioni categoriche che vitriol usa spesso, che naturalmente non hanno nulla a che vedere con le farneticazioni di quel gran figlio di p.... Per fare della facile dietrologia, la scrittura tutto maiuscolo è come una parola gridata. Vitriol grida a tutti noi le sue sicurezze, emmemme invece ci sussurra i suoi dubbi. Stili completamente diversi ma entrambi con molte cose da comunicarci.
Probabilmente al tono leggero iniziale (immagino anche la pernacchia era molto scherzevole e non volesse essere offensiva) si è passati in men che non si dica a un tono sicuramente meno amichevole.
Le provocazioni se fatte con intelligenza possono essere lo spunto per scambi d'idee interessanti, se tutti ci limitassimo a farci i complimenti e a dirci che bravi che siamo a vicenda sai che noia. In questo caso, vedendo le immagini dei siti linkati, è lampante che non c'azzeccano nulla con le foto di vitriol... li sono banali utilizzi di strumenti software che anche un computer potrebbe egregiamente fare, nell'altro caso c'è ben altro spessore, in moltissime foto di vitriol ci vedo la sua anima (un po' scura forse?) e questo, come gli ho già detto più volte, è una gran dote che probabilmente molti gli invidiano. Per me, ad esempio, la foto "betty" è una gran bella foto (considerando anche l'insieme formato dal commento/poesia che l'accompagna), chissenefrega che è un fotomontaggio (quando questo è fatto bene s'intende), cosa abbastanza evidente anche prima del commento di Max. Tantissime foto di vitr sono dei fotomontaggi, ma questa è una tecnica fra le tante che lui usa, solo allo scopo di creare un qualcosa che ci trasmette un messaggio (forse questo è il concetto d'arte?). Le sue non sono foto di cronaca o di reportage.
Altro punto, essere ignoranti, come spesso vitriol si definisce, per me non è assolutamente un'offesa, ma è una semplice constatazione che tutti noi dovremo fare. Anche chi possiede una cultura enorme, anche i geni conoscono sicuramente di meno di quello che non conoscono (che ignorano, appunto). La cosa importante è essere intelligenti, che non vuol dire essere non ignoranti o non avere lacune e limitazioni, ma vuol dire avere sempre la curiosità e la voglia di crescere e di imparare cose nuove. Conosco persone molto semplici e di limitata cultura, ma di grandissima intelligenza.
Quindi alla fine, anche partendo dagli estremi opposti, su un punto mi sembra che sia vitriol che emmemme convergano, il fatto di essere persone intelligenti, e come ha detto giby sarebbe un vero peccato perdere qualcuno (anche solo l'imporsi di non commentare le foto dell'altro, quando invece di cose da commentare e da dire ce ne sono oppure di trattenersi nel lanciare brillanti provocazioni) per una discussione che ha preso una piega sbagliata. L'intelligenza si dimostra, meglio a mente fredda, anche facendo un piccolo passo indietro accorgendosi degli errori commessi. Auguri di un sereno nuovo anno (pensate se i maya avessero ragione... az... e noi che perdiamo tempo in queste menate... :DDDD)

Ritratto di trigomiro
di trigomiro

Iscritto dal 07 febbraio 2010

Caro Trigomiro, come in ogni

Caro Trigomiro, come in ogni commedia che si rispetti c'è sempre un finale. E se questa dovesse essere una commedia in commedia, ecco un ruolo pronto anche per Trigomiro (il siparista)... :)
Si sorride, eh... niente pernacchie!

Concordo con molto di quel che dici. Vorrei però precisare qualcosa.

Non ci vedo niente di “infelice” nel citare Hitler per un esempio paradossale. Che è cosa piuttosto diversa da un “paragone”. La prima cosa serve a far risaltare un concetto. La seconda a porre in similitudine due cose o persone. Se fosse stato un “paragone” sarebbe stato “sicuramente infelice”, trattandosi di esempio non credo però per questo sia felice: solo adeguato.
Tra l'altro credo che se strappassimo certe figure alla ultraterrena metafisica del male (al mito del pazzo farneticante) per ricondurle nella più frequentabile storia delle vicende umane forse saremmo più pronti a fronteggiare certe funeste eventualità che a dispetto di tanta evidenza si ripresentano con sistematica frequenza. In questo concordo con quello che ne pensava Hanna Harendt nel suo volume sulla banalità del male.

Inserire quei link cercava di mostrare quanto sia diffusa una tendenza di costume sociale che ama rispecchiarsi in una estetica della morte, in culti e pratiche esoteriche, in pulsioni lesionistiche e autolesionistiche. E che c'è un vasto mercato, piuttosto attrezzato, per tutto questo. Fatto di immagini, gadget, musica, abbigliamento, eccetera. Ovviamente questo si può fare a livelli alti e bassi, con tecniche ispirate o rozze, con qualità estetiche o con superficiale goffaggine. E quindi nessuna similitudine sul piano delle virtù compositive, ma analogie sul piano del fenomeno di costume. Questo concetto forse non sarà “lampante” ma credo possa comunque azzeccarci.
Francamente non so se qualcuno prova invidia, ma se lo dici tu sono disposto a crederci.
D'altra parte che simbologie e rapimenti estetici collettivi, viscerali, perturbanti e pulsionali possano abitare anche figure artistiche sofisticate (a volte prima che esse si accorgano - con tardiva resipiscenza - di essersi imprudentemente attardate a lusingarne simboli, retorica ed estetica) è spesso accaduto nella storia. Per esempio potrei citare Leni Riefensthal. E ovviamente, ripeto, si tratta si un esempio, non di un paragone, per carità.

Per quanto riguarda “Betty” ho già ripetuto più volte che non ci vedo nulla di male nel creare fotomontaggi. Ne ho fatti e postati anch'io. Ritengo solo che se essi tentano l'illusionismo dello scatto dal vivo sarebbe più opportuno dire di che si tratta. Non credo sia vero che in quel caso la cosa fosse evidente. Nessuno se ne era accorto. E d'altra parte non credo che Max avrebbe tentato l'azzardo di definirlo un fotomontaggio in tono dubitativo, né avrebbe ironizzato sul fatto che nessuno se ne fosse accorto. Anche perché Vitriol non fa solo fotomontaggi ma anche scatti dal vivo di cronaca street.

No, non credo che nel trasmettere un messaggio consista il concetto di arte. Questo lo fanno anche i piccioni viaggiatori.

Nessuno ha definito Vitriol un ignorante, lui ogni tanto si autodefinisce così, non so neanche perché lo faccia, ma voglio credere che non si offenda parlando di sé stesso.

E' evidente che le cose che non si conoscono sono infinitamente superiori a quelle conoscibili: questo è un presupposto di qualunque gnoseologia. Così come è ovvio che intelligenza ed erudizione possano procedere su piani differenti. Su questo concordo assolutamente.

Io non mi impongo di non commentare delle foto. Semplicemente scelgo di commentare quelle che l'estro mi indica.

Quanto al fatto di urlare con le lettere maiuscole, sì, ne avevo intuito l'intento stilistico. Tuttavia, anche in musica, se tutto è “fortissimo” il risultato è piattissimo, se invece c'è anche il “pianissimo” si accrescono le possibilità di modulare e l'espressività, urlo compreso, se ne giova. Ma questa è veramente una ininfluente notazione di ordine stilistico: che potrei fare, quand'anche lo volessi (e non lo voglio) per determinare il contrario?

D'altra parte sono certo che Vitriol ha capito benissimo che non c'è nulla di personale nei suoi confronti, perché non ce n'è motivo. Ma solo, forse, alcune divergenze di opinione su un genere di opere, non sulle sue qualità creative che ho spesso apprezzato. E, ma questo a tratti, qualche disputa sullo stile del confronto. Non perché le pernacchie infrangano qualche ridicola etichetta, ma solo perché lasciano poco spazio per un dialogo che non si misuri sul numero di “r” messe alla fine delle pernacchie.

Peraltro ho molto apprezzato i suoi auguri natalizi, compreso il fatto di avere scritto con le lettere minuscole.

E così, affettuosamente, ringrazio te per il tuo intervento, che mi ha consentito, spero, di chiarire cose che mi stanno a cuore. E un felice nuovo anno. Devo proprio aggiungere che mi piacciono molto alcuni tuoi scatti? Ciao :)))

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

sono contento che, almeno da

sono contento che, almeno da parte tua, ma spero che anche per Vitriol sia lo stesso, la questione si è conclusa senza ulteriori strascichi.
Effettivamente mi hai chiarito alcuni concetti che non avevo colto in una prima veloce lettura.
Il discorso dell'invidia, che sia chiaro, non era riferita a te ne a nessuno in particolare. Personalmente posso dire che gli invidio, non tanto la produzione che comunque apprezzo ma che è molto lontana dal mio stile, piuttosto gli invidio la sua iper-attività, la sua fantasia e questa sua voglia di inventare e creare. Io, ultimamente, fra una cosa e l'altra, non riesco neanche a prendere la macchiana fotografica in mano, è già tanto che rubo al lavoro qualche mezzora per navigare su fotozona. E questo è abbastanza deprimente. Mi associo a quanto ha detto Renata in un commento ad una sua foto, di notte non riesco a far altro che dormire.
Per quanto riguarda "betty", non voglio insistere e soprattutto fare la parte del saputello, però per me, e credo per molti altri, era evidente dal primo istante che la bambina era un'aggiunta allo sfondo. Comunque, come detto, non essendo una foto di cronaca o di reportage, per me è del tutto indifferente e deve essere una libera scelta dell'autore dichiararlo o no. Probabilmente io lo farei solo se descrivessi tutte le modifiche effettuate in postproduzione a scopo divulgativo, come spesso fanno ND, Max e altri.
Naturalmente ci sono tantissime altre cose che trasmettono messaggi a parte i piccioni che non hanno nulla di artistico. Io mi riferivo ad altri campi della creazione umana meno prosaici.
Insisto nel voler togliere al termine "ignorante" la valenza negativa comunemente attribuita. Io mi sento ignorante su tantissime cose (la stragrande maggioranza), e non credo che possa esistere qualcuno che si possa vantare del contrario.
Rinnovo i miei auguri, è inutile dire che anche a me piace il tuo modo di vedere le cose, e mi piacciono i tuoi commenti e le tue critiche mai banali.

Ritratto di trigomiro
di trigomiro

Iscritto dal 07 febbraio 2010

E' un vero piacere,

E' un vero piacere, trigomiro, dialogare con te.
Credo che sia una vera fortuna che tu riesca a dormire. Questo te lo invidio, perché invece io sono afflitto da una pregressa perdurante insonnia… niente di piacevole.

Sulla foto "betty" non c'è nulla di male nell'insistere. Permettimi, però, di rinviarti al thread su forum che aprii dedicato proprio a questa foto e intitolato "Una foto di Vitriol".
Laggiù, a un certo punto c'è un intervento di Ironwas, e una risposta di Vitriol. Ti riporto in sintesi queste due battute:

"…Vorrei però sottolineare anche una cosa che non ho visto scritto. La foto di Betty dovrebbe essere (non ho matematica certezza un fotomontaggio. La vera causa di un leggero disagio è la mancanza di continuità prospettica tra l'albero e la bambina… Il fatto che nessuno l'abbia notato è una nota di merito al nostro caro manipolatore Vitriol.
Adesso verrà fuori dicendo che lo scatto non è stato modificato.... bella figuraccia che farò."
di ironwas [maestro]

SE SEI MAESTRO N MOTIVO CI SARA'...ED E' PROPRIO UN FOTOMONTAGGIO....ED ANCHIO OLTRE CHE AI COLORI FREDDI TROVO DEL DISAGIO PROPRIO NELL INNATURALE PROSPETTIVA...
NESSUNA FIGURA...MA MI STO IMPEGNANDO....
di VITRIOL13

Credo assolutamente al fatto che tu te ne fossi accorto. Semplicemente io non mi sono avveduto di questa tua consapevolezza. E neanche Max. Se però hai elementi per suffragare la convinzione che anche "per molti altri era evidente fin dal primo istante che la bambina era un'aggiunta sullo sfondo", ti prego di indicarmeli.
Se l'immagine non fosse stata manipolata, ma fosse stata uno scatto completamente "dal vivo" credo si sarebbe potuto parlare della cronaca di un frammento di vita reale - poi precocemente spezzata.
Ma, se vuoi, ti rimando a quel thread per contestualizzare le questioni relative a quella foto.

Sì, anche l'opera d'arte veicola dei messaggi. Era molto chiaro a cosa tu ti riferissi. Quello che invece io volevo sottolineare è che se noi vogliamo cogliere la specificità di qualcosa, ciò che la distingue da altre, generalmente cerchiamo di nominarla in quelle caratteristiche che la accertino. Per esempio se ci chiediamo cos'è una brocca, possiamo certo rispondere che è una cosa. Ma questa risposta non ci dice molto sul senso e sull'uso della brocca. Infatti se noi dicessimo: "Prendimi una cosa ché devo andare al ruscello" rischieremmo che qualcuno ci porti una canna da pesca al posto di una brocca. Ammesso che esistano ancora ruscelli in cui sia possibile abbeverarsi o pescare.
Se questo ha un valore per gli oggetti di uso comune, non dovrebbe averne uno ancor più rilevante per gli "altri campi della creazione umana meno prosaici"?

Anch'io mi sento ignorante su tantissime cose (ben più che una stragrande maggioranza, direi una maggioranza infinita), e anch'io stento a credere che qualcuno possa vantarsi del contrario. Su questo condivido tutto.

Veramente sono convinto che non ci saranno strascichi con Vitriol, perché non ce n'è motivo. Voglio bene a lui come a te, perché mi sforzo sempre di distinguere fra le persone e quello che esse riescono, fra molti sforzi, a produrre. Ed è in virtù di questo affetto che mi sento sempre obbligato ad onorarne, con la dovuta attenzione e in buona fede, la dignità. Senza ipocrisia che, come è noto, non è che l'omaggio che la verità rende alla menzogna. Ma con spirito di ricerca e in buona fede. Potrei onorare con meno di questo lo sforzo creativo che ognuno di noi compie per approssimarsi al senso delle cose?

Ti abbraccio

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

Scusami ma il thread sulla

Scusami ma il thread sulla foto "betty" me lo sono perso. Ho iniziato a dargli un'occhiata... ma è lunghissimo!, appena ho un po' di tempo me lo leggo con calma. Naturalmente anch'io non avevo la matematica certezza che fosse un fotomontaggio, però le differenze di prospettiva (il cielo e l'albero sono stati ripresi dal basso, la bambina frontalmente) e l'incidenza diversa della luce fra le due parti della foto, mi hanno messo da subito il dubbio, poi ho pensato che per fare una foto come quella "originale" occorreva preparare un set fotografico con luci e schermi riflettenti sulla bambina, posizionata magari su un trespolo e inclinata in avanti, tutte cose alla portata magari di un fotografo professionista coadiuvato da un paio di aiutanti, mentre Vitrol, a detta sua, va in giro con una semplice reflex e fa foto fra una consegna e l'altra e poi essendo molto bravo nella postproduzione ho fatto una semplice deduzione: era molto più probabile che fosse un fotomontaggio che no.
Però, torno a ripetermi, tutti questi ragionamenti li ho fatti abbastanza distrattamente perchè li consideravo e li considero tuttora assolutamente inutili, mentre ero molto più concentrato sul messaggio che l'autore voleva trasmettere; non sò esattamente perchè, ma questo mi capita con molte foto di Vitriol, lascio da parte tutti i tecnicismi che lui usa (e ne usa parecchi) e mi lascio "rapire" nel cercare di capire e di comprendere le sue opere a un livello più irrazionale.
Sicuramente anche la tecnica vuole la sua parte, guardando le sue foto con questa prospettiva si possono notare ancora (mio personalissimo parere) delle acerbità. Comunque, da quanto dice, ha appena iniziato a fare fotografia, e sono sicuro che se è umile a sufficienza nel seguire i consigli e nell'afferrare le critiche che i suoi "amici" (penso soprattutto a te e a ND, che lui defisce pignoli, ma che invece gli siete utilissimi per la sua crescita) non potrà far altro che migliorare.
Ciao e tanti auguri di buon anno.

Ritratto di trigomiro
di trigomiro

Iscritto dal 07 febbraio 2010

Ciao trigomiro. Scusa se

Ciao trigomiro. Scusa se replico un po' in ritardo.

Ormai, anche se vi sono specialisti del settore, credo che quasi nessuno possa avere la "matematica certezza" che una qualunque foto non sia il risultato di una artefazione (fotomontaggio o altro).
Peraltro esistono pittori iperrealisti che sono in grado di ottenere un fotorealismo impressionante.
Quindi direi che a maggior ragione gli scrupoli dell'autore dovrebbero essere maggiori nel segnalare se l'immagine è uno scatto preso "dal vivo" o no quando l'interesse sull'immagine fa leva sugli aspetti drammatici, di cronaca o biografia, ritratti.

La nota dell'autore per quella foto induceva a una drammatizzazione: la morte della fanciulla. Questo destino è però totalmente esterno alla foto stessa: la foto in sé non dice nulla sul tragico evento. Ma essa si carica di quel significato tragico solo se ammettiamo che la sua morte, sottolineata nella nota, sia un evento reale.
In assenza di questo dato quella immagine non cambia ma certo diventa altro.
Se non reale, l'intenzione diventa ampiamente retorica, e volta a catturare un consenso attraverso un escamotage melodrammatico, strumentalizzato dall'illusione dello scatto dal vivo.
Se mostrassi un trapezista in un circo che volteggia nell'aria, la cosa in sé, per quanto interessante, non avrebbe motivi drammatici particolari: migliaia di fotocamere ritraggono ogni giorno questa attività negli spettacoli circensi. Però se annotassi che dopo lo scatto il trapezista è caduto ed è morto, questo cambierebbe le cose perché allora sarebbe l'ultimo istante di vita di quell'uomo. Ma se non fosse vero e la foto sul trapezio fosse il risultato di un fotomontaggio (più o meno riuscito), che dovremmo dire delle intenzioni annotate dall'autore?
Se fotografassi una persona anziana che attraversa faticosamente le strisce pedonali potrebbe essere una foto interessante.
Ma se aggiungessi che la foto precede di qualche attimo un investimento?
E se poi se ne evincesse che è un fotomontaggio?
Le virtù della composizione resterebbero identiche, ma certo qualcosa cambierebbe nella valutazione che si può dare di essa.

Per quanto riguarda i motivi che ti avvertivano del fotomontaggio;
il discorso sulla luce non mi sembra corretto. Se anche lo scatto fosse stato dal vivo, non sarebbe stata necessario alcuna attrezzatura esterna per "illuminare" la bambina: questo si può fare facilmente correggendo il necessario con un "pennello light" in fotoritocco. Non è la stessa cosa ma il risultato, se ben proporzionato, è analogo.
Anche sul discorso dell'angolo prospettico c'è da fare una considerazione. La cosa non è così accertabile perché nella foto non si vede il declivio del terreno, quindi noi non possiamo calcolare come l'albero, la bambina e il fotografo siano collocati su piani diversamente inclinati. Perché il tutto è collocato su un terreno "naturale", fatto di declivi, asperità, ampie zolle, e quant'altro può condurre a variazioni che non potrebbero esserci solo se si fosse trattato di una superficie certamente omogenea come un piano asfaltato.
E questo sono i motivi, credo, per cui anche Ironwas poneva la questione in termini dubitativi.

Ora in realtà io credo che si tratti, per l'autore, di ingenuità. Cioè di cose non calcolate sull'onda dell'impeto creativo e delle sue aspirazioni.
Nulla di male.
Ma se si dice, possiamo auspicarci che non si erigano barricate massimaliste a difesa di una "Sacra Arte" violata?
O dobbiamo sempre essere condannati a oscillare fra servo encomio e codardo oltraggio?

Un abbraccio a te trigomiro.

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

MM...NONOSTANTE TUTTO LE TUE

MM...NONOSTANTE TUTTO LE TUE ANALISI SONO ECCELLENTI...SI SON CIRCA 5MESI CHE HO LA PASSIONE DELLA FOTOGRAFIA.... E DI INGENUITA' C E NE TANTA...
MI STO CONFRONTANDO CON SITI MINDIALI DI ARTE VISUALE E STO PRENDENDO LEGNATE SU LEGNATE....MA STO CENTRANDO UN PICCOLLISSIMO OBIETTIVO...ALMENO ESSER NOTATO X UNO STILE NONSOXCHE TEATRALE NELLE FOTO...NON NE CAVERO' NULLA...E'SOLO UN HOBBY X ME...MA SON FELICE...

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Non so.. non vedo problemi:

Non so.. non vedo problemi: per te è un hobby e sei felice. Va bene così.

Ma altrove parli di arte e dunque ti dico la mia (per quel che vale: dopo quaranta anni di lavoro in campo artistico e centinaia di allievi paganti te la dico gratis).

L'arte non ha nulla a che fare con gli hobby. La felicità non è quello che cercano gli artisti.

Però un hobby può essere un'ottima cosa per chiunque, così come cercare di essere felici.

Anche essere notati, o avere successo, o consenso o gratificazioni non ha nulla a che fare con l'arte.

Però fa piacere quasi a chiunque essere guardato.

Dunque... no problem. Ciao.

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

BEH..ARTISTI SI NASCE NON SI

BEH..ARTISTI SI NASCE NON SI DIVENTA..E X AVER AVUTO ALLIEVI LO SEI STATO MAGARI....QUALUNQUE SIA IL TUO CAMPO CI SEI STATO..PERLOMENO A CONTATTO
IO CHE SONO NULLA IN CONFRONTO A QUESTA PAROLA....CERCO SOLO DI MIGLIORARMI..SENZA PRETESE DI ESSERE QUALCOSA...
POSSIBILITA' COMODE X STUDIARE ARTE NE AVEVO A GO GO SENZA MAGARI PITTURARE LA SCUOLA(EH EH OTTIMA MEMORIA..)MA LA VOGLIA MI E' SEMPRE MANCATA DI STARE SUI LIBRI
XRO ORA CHE HO 33 ANNI E IL TEMPO NON TORNA INDIETRO UN PO DI RIMPIANTI CE LI HO....
MENO MALE CHE CI SONO GLI HOBBY X SOGNARE E TUTORIAL PER IMPARARE.....

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Permettimi, ancora una volta,

Permettimi, ancora una volta, di dirti sinceramente quel che penso.

Dici: "ARTISTI SI NASCE NON SI DIVENTA".
No, questo è solo un luogo comune forse inventato da chi ha bisogno di giustificare, con qualche rimpianto, il passato. Credo anzi che esistano milioni di persone che potrebbero diventare eccellenti artisti se la fortuna, la volontà, la temperie del rischio e la fatica di imparare li assistesse. E invece non lo sapranno né saranno mai.
Artisti non si nasce. Qualche volta lo si diventa e qualche volta no.

Dici "IO CHE SONO NULLA IN CONFRONTO A QUESTA PAROLA (artista).
Però hai detto anche "IO LA MIA ARTE LA DIFENDO CON I DENTI FINO A CHE NON MI SOTTERRANO".
Non sembra anche a te contraddittorio? Vuoi difendere la tua arte però contemporaneamente dici di essere un nulla di artista?
Vorresti essere orgoglioso di te ma insieme temi di non potertelo permettere... ma scusa, non è forse questa la frustrazione più grande che possa capitare?

E' un vero peccato che tu non abbia avuto voglia di "STARE SUI LIBRI". Queste parole fanno assomigliare la cosa a una montagna da scalare. Qualcosa su cui montare in piedi o a cui essere imprigionati.
Ma anche stare 5 ore su photoshop (eh eh ottima memoria) è faticoso.
Non è una fatica troppo diversa leggere libri e anche leggere libri può fa sognare.
In più puoi perfino permetterti di non chiamarlo un hobby.

Infine.
Dici: (artista) E X AVER AVUTO ALLIEVI LO SEI STATO MAGARI....QUALUNQUE SIA IL TUO CAMPO CI SEI STATO..PERLOMENO A CONTATTO
Ammettendo che io sia un artista, lo sono tutt'ora (non al passato) perché di questo lavoro vivo.
E non a contatto, ma completamente immerso. Gli allievi sono solo qualcosa fra le altre.

E comunque in futuro potrò essere meno presente sul sito. Perché, per fortuna, sto un po' meglio e quindi non vedo l'ora di riprendere il mio lavoro a tempo pieno.
Quindi lascia che ti abbracci di cuore. E dirti, se posso permettermi, di non stare lì a "sognare" solo perché diventa facile, "sognando", dimenticare i rimpianti, ma di guardare al futuro ad occhi ben aperti affrontando giorno per giorno le asperità con saldezza, e le lusinghe con ironia.
Puoi essere coraggioso senza apparire spaccone, puoi essere umile senza apparire modesto.

Essere artisti non è un lusinghiero riconoscimento da conquistare ma, più semplicemente, una condizione esistenziale da inverare.

ciao.

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

SI LA MIA ARTE LA

SI LA MIA ARTE LA DIFENDO...XCHE MI SENTO ARTISTA MIO..MA NON RICONOSCIUTO..CIOE I VERI ARTISTI SON QUELLI CHE HANNO GALLERIE E VENDONO QUADRI E FOTO A MIGLIAIA DI EURO!!!MI SON SPIEGATO?
LA FRUSTRAZIONE E' UNA PAROLA UN PO IMPEGNATIVA....
FRUSTRATO XCHE NON SONO UN ARTISTA?
VIVO INUNA VILLA HO UNA MOTO UN LAVORO UNA MERAVIGLIOSA COMPAGNA QUALCHE HOBBY QUALCHE AMICO ..GIOCO A CALCIO BENINO..MI RIESCO A FARE 2 O 3 VIAGGI L ANNO...E SOPRATTUTTO OTTIMA SALUTE...
DI CHE MI DOVREI LAMENTARE?
SI RISPETTO A TE SICURAMENTE CERTE COSE ME LE SOGNO..ED UN CERTO STILE DI VITA NON PENSO POTRO MAI PERMETTERMELO PROPRIO XCHE NON POSSO ASPIRARE A CIO' CHE SEI...
HO 33 ANNI.UN PO DI VITA L HO ASSAGGIATA..QUINDI SO DOVE ARRIVARE A SOGNARE
SUI LIBRI TI DICO SENZA PROBLEMI CHE HO MOLLATO TUTTO IN 5 SUPERIORE X MOTIVI TROPPO PERSONALI X ESSER DESCRITTI SU QUI...MA ANCHE CON IL DIPLOMA DI GEOMETRA NON SAREI TROPPO DIVERSO...
MM CHE TI POSSO DIRE? SPERO AI TUOI OCCHI DI NON ESSERE UNA CATTIVA PERSONA..XCHE CMQ QUALUNQUE SIA IL TUO RUOLO NELLA VITA IO TI CONSIDERO XCE MI HAI DIMOSTRATO CHE SEI DI ATTENZIONE...SI SARO SPACCONE E CON FACCIA DA CULO...MA SICURO NON HO DOPPIE FACCE SON QUELLO CHE HAI VISTO..
FACCIO FOTO E COLTIVO STA PASSIONE...E CERCO DI IMPARARE OSSERVANDO
CI FOSSE QUALCHE SBOCCO??
VALUTEREI..MA CON TUTTO L IMPEGNO DI STO MONDO LA MIA STRADA E' QUESTA...
E NON MI LAMENTO...MA LASCIAMI SOGNARE

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

NE SAI PIU DI ME...MA TE LA

NE SAI PIU DI ME...MA TE LA DICO COSI ALLORA,ARTISTI NON CI SI IMPROVVISA...MA SECONDO ME GIA DA PICCOLI CERTE ASPIRAZIONI LE SI HANNO...MI SPIEGO???

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Dove hai letto che gli

Dove hai letto che gli artisti son quelli che espongono nelle gallerie e vendono i quadri? Nei pieghevoli delle gallerie?
Io non credo che sia così.

Hai presente Van Gogh, Gauguin, Cezanne e Pisarro, ma l'elenco potrebbe molto continuare...
Tutta gente che non vendeva nulla da viva. Anche loro si "sentivano artisti loro".
E quanti ce ne sono di quelli che nessuno ha mai riconosciuto, neanche da morti, e forse nessuno mai "riconoscerà"? Quindi c'è una margine di casualità nel riconoscimento. Ma nessuno di loro avrebbe mai rinunciato alla propria arte e a tutti i rischi di assumerla completamente nel timore di un mancato riconoscimento.

Via, vitriol, non ti offendere. Vedi che equivochi tutto? Fai e disfai tutto da solo.
Prima usi la parola artista in un modo (vendita eccetera..), poi in una altro (mi sento artista mio). E chi ti legge come fa a capire?
Se ti basta sentirti creativo e artista interiormente, perché insisti sul fatto che ti si nota? Che ti si noti o meno che importa?
Se invece ti piace che ti si noti allora questo suona come una aspirazione ad essere riconosciuto tale e quindi avere uno statuto sociale da artista.

No, io non ho una villa, non ho una meravigliosa compagna, non vado in moto, non gioco bene a calcio, dunque perché dovresti sognare una vita come la mia? Condivido. Non ce n'è motivo.

Tu una cattiva persona? Ma non ci penso nemmeno! se lo pensassi non starei a parlare con te (anche se qualche volta litighiamo)
Spaccone non è una cosa tanto male... c'era un vecchio film con Paul Newman che faceva il giocatore di biliardo... però c'era un percorso, vedilo se ti capita...

Però, consentimi un appunto qui devo fartelo.... ("NON HO DOPPIE FACCE") è verissimo, ma vedo in tv ogni tanto dei reality in cui la gente si fa l'un l'altra le cose peggiori e poi, per giustificarsi, dicono che per lo meno sono sincere e non sono false. Ok, ma senza ipocrisia si possono fare anche brutte cose.
Ovviamente non è il tuo caso, però, in genere la non ipocrisia non è l'unica cosa da evitare, perché se mi dai una martellata in testa sinceramente, senza fingere, senza ipocrisia, non è che mi fa meno male... giusto?

Lasciarti sognare?... Conosci qualcuno che possa o voglia trattenerti?

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

MA GUARDA SUL FATTO DI

MA GUARDA SUL FATTO DI INSISTERE CHE MI SI NOTA...MI SONO SOLO STATI FATTI BUONI COMMENTE E MOLTI CATTIVI....NOTARE FORSE E' STATA UNA PAROLA SBAGLITA..FORSE ERA MEGLIO...HANNO COMMENTATO..CMQ A TUTTI PIACE XCHE SENNO NON STAREMMO SU QUI E MA CI SAREMMO CONOSCIUTI...SULLA PAROLA ARTISTA --BEH...NON E' CHE SON BRAVO CON LE PAROLE...IN EFFETTI E' CONFUSIONARIA LA COSA..CENTRANDO MEGLIO TI DICO CHE VOGLIO DIFENDERE LA MIA CREATIVITA'..ALLORA DIMMI TU...
CHI E' UN ARTISTA??E' QUELLO CHE...

BEH SULLA DIVERSITA' DELLE NOSTRE QUOTIDIANITA' ALLORA SIAMO ALLE SOLITE,L ERBA DEL VICINO E' SEMPRE PIIU VERDA..MA PERMETTIMI DI DIRE CHE IN CERTI POSTI IO NON CI ENTRERO MAI TU PENSO DI SI...

SULLE FACCE...NON ESTREMIZZARE MM..TI STO SOLO DICENDO CHE NON FACCIO FILTRO,DICO QUEL CHE PENSO..SENZA PROBLEMI..ANCHE A TE CHE NEMMENO SO CHI SEI E PROBABILMENTE NON CI VEDREMO MAI...
POTREI PORMI DIVERSAMENTE XCHE TANTO NON HO DA GUADAGNARE NULA NE DA PERDERNE...MA FORSE SONO IO CHE NON HO ANCORA CAPITO CHE I SOCIAL NETWORK SONO LA POSSIBILITA' DI ESSERE CIO CHE NON SIAMO...

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

OK. Adesso finalmente capisco

OK. Adesso finalmente capisco meglio. Se mi dici che questo è un luogo in cui esporre opere e riceverne dei commenti, ecco questo lo condivido in pieno. E' semplice ed è corretto (guarda che non ti sto dando i voti, è solo che capisco meglio).
Tutto il resto è futile decorazione.
Non è che se Jimi Hendrix non avesse avuto successo non avrebbe più suonato la chitarra.
A Woodstock o su un marciapiede della metropolitana avrebbe continuato a farlo.

E' difficile definire chi è un'artista in una battuta. Ho detto qualcosa in un tuo thread a proposito dell'opera d'arte. Però, volendomi forzare una battuta, direi che un artista è colui per cui è decisivo, necessario, mettere in opera un aspetto del mondo e/o del comportamento umano attraverso l'espressione di una sintesi simbolica.
Tutto il resto riguarda lo statuto sociale dell'artista, l'economia dell'arte eccetera, tutte cose che cambiano storicamente, legate alla fortuna, alla psicologia dell'artista, al genere di cose che fa, se è ricco o povero, in salute o meno, bello o brutto, simpatico o antipatico, grasso o magro eccetera... cose rilevanti per il destino individuale ma non importanti per l'atto di decisione che l'artista compie quando dà forma all'opera, e che può perfino condurlo anche all'autodistruzione. Per l'incapacità di riuscire a mediare fra le proprie necessità espressive e gli statuti sociali previsti. Non è una cosa bella, però può accadere, può accadere la fame e la morte. Non è una cosa da auspicare, anzi è da evitare, però può accadere.
Socrate accettò di bere la cicuta per non smentire la propria vita, Giordano Bruno fu messo al rogo. Per gente così che vuoi che gli importi del successo o della notorietà o di guadagnare o di essere famosi. Non è che puntassero a questo, semplicemente non ci pensavano. Però quando poi è accaduto non si sono tirati indietro. Però Galileo abiurò, e anche Brecht fece lo stesso in America negli anni del maccartismo: diverse psicologie, però fu una furbizia con cui si salvarono la vita senza cedere troppo. Ma anche loro non lo sapevano iniziando, lo scoprirono nel momento decisivo e tutto questo, comunque, non gli impedì di trovare il modo di continuare a essere ciò che non potevano fare a meno di essere.

Non so a cosa ti riferisci quando dici "certi posti". Però, se ho bene inteso, ti dico che quei posti, anche se mi invitano, io li frequento meno possibile, poiché li detesto. Non frequento per nulla i luoghi e i riti della mondanità dell'arte che mi annoiano come pochi altri... e pago moltissimo questa indifferenza in termini di accesso alle occasioni di lavoro. Quando dico a qualcuno i luoghi da cui mi sono licenziato mi guardano con stupore. Anche se penso che è tutto guadagno perché non sono stato costretto a stravolgermi. Ne guadagno in tempo che posso dedicare a quel che mi interessa e in salute perché non mi deprimo. Perdo qualcosa ma guadagno altro.

Sulle facce... non mi sembra di estremizzare? come ti ho precisato, non mi riferivo a te, ma a un modo di fare e di dire generalizzato per cui basta rivendicare la sincerità per giustificare qualunque cosa.
Non sembra anche a te che la battuta "ok, ho fatto questo, quello e quell'altro, però almeno io sono sincero!" sia qualcosa che molti pronunciano per giustificare quello che altrimenti sarebbe ingiustificabile?
Essere sinceri, ammesso che la cosa sia possibile in purezza assoluta (e ho qualche dubbio per chiunque me compreso) è veramente il minimo.
Io lo dò per scontato (fino a prova contraria).
Dopo di che inizia il contenuto di quel che si dice o si fa.
La sincerità in sé non prevede per forza l'amore.
E' come per quelli che incominciano dicendo "in linea di principio...": hai già capito che lo dicono perché tra un attimo sosterranno esattamente il contrario della linea di principio.

Ok questo thread sta diventando un romanzo. Ciao

Ritratto di emmemme
di emmemme

Iscritto dal 30 agosto 2010

PER COME SON FATTO RARAMENTE

PER COME SON FATTO RARAMENTE MI IMMERGO IN CERTI DISCORSI E LI APPROFONDISCO..ANCHE SE TRA NOI CI PUO' ESSER STATO ASTIO E MAGARI IL RAPPORTO NON SI E' EVOLUTO MM TE LO DICO SINCERAMENTE...X QUANTO TI POSSA CONOSCER SU QUA IO TI STIMO..NON POTRAI VANTARTI DI CIO XCHE NON SON NESSUNO..MA QUI SU FOTOZONA OLTRA A ND HO APPROFONDITO CERTE COSE SOLO CON TE..E MI PIACEREBBE SAPERE E ANDARE OLRA AD UN SEMPLICE SCRIVERE SU QUI...
XCHE OGNI PERSONA E' UN MONDO DA SCOPRIRE...E IL TUO MI INCURIOSISCE PARECCHIO PUR ESSENDO UN ALIENO LONTANO ANNI LUCE DAL MIO...
TI DA FASTIDIO STO ROMANZO ORA..QUINDI SE VUOI CHIUDO QUI!!!
CIAO AMICO

Ritratto di vitriol13
di vitriol13

Iscritto dal 23 settembre 2010

Magazine

MAGAZINE

Logo Olympus
Olympus rimane nel mercato...
Smentiti, anche se in modo sfumato, i rumors che...
Leggi tutto »
Tokina ATX-i 100 mm f/2.8 Macro 1:1
Tokina ATX-i 100 mm f/2.8...
Secondo della gamma ATX-i, propone un meccanismo che...
Leggi tutto »
Altri articoli

Magazine

MAGAZINE

filtro nd manfrotto
Filtri Manfrotto
Il digitale imita l'effetto dei filtri colore, ma...
Leggi tutto »
Sony NEX-F3
La nuova mirrorless Sony d'ingresso fa un bel...
Leggi tutto »
Altri articoli

Lezioni di fotografia

LEZIONI DI FOTOGRAFIA

foto di Max Ferrero
Reportage Secondo emendamento
Con un reportage “di coppia” facciamo il
Leggi tutto »
Luna George Meliés
Fotoritocco La luna nel pozzo
Concludiamo il discorso sul color grading passando per
Leggi tutto »
Altre lezioni di fotografia

Mostre ed eventi

MOSTRE ED EVENTI

André Kertész, Fondazione Carisbo - Casa Saraceni, American Viscose
dal 24/10/2019 al 24/11/2019 La tecnosfera in dieci mostre
“Tecnosfera” è il nome dato da un
Leggi tutto »
Filippo Borghi, Karma Blu, Festival Siena Awards 2019
dal 26/10/2019 al 01/12/2019 A Siena storie fotografiche da tutto il mondo
Il Festival Siena Awards, alla 5° edizione,
Leggi tutto »
Altre Mostre ed Eventi

n/d